Articolo

L'osservatore
Mauritania
Gli attivisti della Mauritania accusano il nuovo regime militare di chiudere un occhio su un culto dell'obesità tra le ragazze che vengono preparate per i corteggiatori
Le donne mauritane attendono di votare
Le donne mauritane attendono di votare, ma da un colpo di stato l'anno scorso i loro diritti sono stati erosi e le vecchie usanze come l'ingrasso per il matrimonio sono tornate. Fotografia: EPA

Crescono le paure per il destino di migliaia di giovani ragazze della Mauritania rurale, dove gli attivisti dicono che la crudele pratica di forzare l'alimentazione delle ragazze per il matrimonio sta facendo un significativo ritorno da quando una giunta militare ha assunto il controllo del paese dell'Africa occidentale.

Aminetou Mint Ely, un attivista per i diritti delle donne, ha detto che le bambine di cinque anni sono ancora soggette alla tradizione del leblou ogni anno. La pratica li vede torturati a deglutire quantità gigantesche di cibo e liquidi e consumando il loro vomito se lo respingono.

"In Mauritania, la dimensione di una donna indica la quantità di spazio che occupa nel cuore del marito", ha detto Mint Ely, capo dell'Associazione delle donne capofamiglia. '' Siamo andati indietro. Avevamo un ministero per gli affari femminili. Abbiamo raggiunto una quota parlamentare del 20% dei seggi. Abbiamo avuto diplomatici e governatori donne. I militari ci hanno riportato indietro di decenni, rimandandoci ai nostri ruoli tradizionali. Non abbiamo più neanche un ministero con cui parlare. "La Mauritania ha subito una serie di colpi di stato dall'indipendenza dalla Francia nel 1960. L'ultima, nell'agosto dello scorso anno, ha visto il generale Mohamed Ould Abdelaziz prendere il potere dopo che il presidente eletto ha cercato di licenziarlo.

L'avvocato per i diritti dei bambini, Fatimata M'baye, ha fatto eco al pessimismo di Ely. "Non sono mai riuscito a portare un caso in difesa di un bambino alimentato forzatamente, i politici hanno paura di mettere in discussione le proprie tradizioni.I matrimoni rurali di solito avvengono sotto la consuetudine o sono controllati da un marabù (un predicatore musulmano). il funzionario viene coinvolto, quindi non c'è nessun arbitro per controllare l'età della sposa. " Eppure, ha detto, la Mauritania ha firmato trattati internazionali e africani che proteggono i diritti del bambino.

Leblouh è intimamente legato al matrimonio precoce e spesso implica che una ragazza di cinque, sette o nove sia obbligata a mangiare eccessivamente per raggiungere la rotondità e la corpulenza femminile, in modo che possa essere sposata il più giovane possibile. Le ragazze delle famiglie rurali vengono prese per il leblouh in speciali "fattorie da ingrasso" dove le donne anziane o le zie o le nonne dei bambini amministrano miglio, latte di cammello e acqua in quantità tali da ammalarli. Una dieta quotidiana tipica per un bambino di sei anni comprenderà due chili di miglio pestato, mescolato con due tazze di burro e 20 litri di latte di cammello. "L'ingrasso viene fatto durante le vacanze scolastiche o nella stagione delle piogge quando il latte è abbondante", ha detto M'baye. "La ragazza viene mandata via da casa senza capire perché, soffre ma viene detto che essere grasso le porterà felicità, i matroni usano bastoncini che rotolano sulle cosce della ragazza, per abbattere i tessuti e accelerare il processo".

Altre pratiche del leblouh includono una sottile forma di tortura - zayar - usando due bastoncini inseriti da ciascun lato di un dito del piede. Quando un bambino rifiuta di bere o mangiare, la matrona stringe i bastoncini insieme, provocando un grande dolore. Un processo di ingrasso riuscito vedrà un bambino di 12 anni pesare 80 kg. "Se vomita, deve berlo: a 15 anni avrà 30 anni", disse M'baye.

Gli storici dicono che la pratica risale ai tempi pre-coloniali, quando tutti gli arabi bianchi arabi della Mauritania erano nomadi. Più ricco l'uomo, meno sua moglie avrebbe fatto - la preferenza era che lei rimanesse immobile tutto il giorno nella sua tenda mentre i suoi schiavi neri vedevano le faccende domestiche. Le antiche quartine berbere lodano tebtath (smagliature) come gioielli. Anche oggi lekhwassar (grasso intorno alla vita) riceve un lyrical orgoglio di posto e le ragazze inviate per ingrassare guadagnano la statura di mbelha. Viene insegnato a sedersi nella posizione del loto, parlare sottovoce, usare utensili e emulare le vite esemplari delle mogli del Profeta Maometto. L'ingrasso delle ragazze viene praticato oltre la Mauritania, nel nord del Mali e nelle zone rurali del Niger - aree conquistate, insieme alla metà dell'attuale Spagna e del Portogallo, dalla dinastia degli Almoravidi nell'undicesimo secolo. La pratica dell'ingrasso continua anche nello stato della Nigeria a Calabar e nel nord del Camerun.

Il risorgere della pratica nella Mauritania rurale è una deprecabile sconfitta per gli attivisti dopo che precedenti campagne di educazione e sensibilizzazione hanno apparentemente avuto un effetto tangibile. "La sfida che dobbiamo affrontare è che queste ragazze vivono in aree rurali e non hanno accesso alle informazioni", ha affermato Ely. "Fino al colpo di stato militare dell'anno scorso, avevamo fatto passi da gigante: dieci anni fa abbiamo condotto campagne di informazione sui pericoli delle malattie cardiovascolari e del diabete e il governo ha persino commissionato ballate che condannavano l'ingrasso". Molti mauritani della classe media, tra una popolazione stimata in tre milioni, sostengono che la pratica dell'alimentazione forzata non esiste più.

Lo scienziato politico Mohamed el-Mounir, 38 anni, ha affermato che l'influenza occidentale ha spazzato via il fascino del grasso femminile. "L'ingrasso è qualcosa dagli anni '50: in questi giorni le ragazze guardano le sfilate in televisione, i loro modelli sono attrici americane o cantanti libanesi in abiti sexy, le ragazze fanno sport, sì, gli uomini mauritani amano le donne un po 'rotonde, ma non c'è modo che vogliamo loro obesi. "

La consulente per la salute e lo sviluppo Mounina Mint Abdellah, 51 anni, ha affermato di essere stata alimentata forzatamente da una figlia dalla famiglia di sua madre. "Le cose sono cambiate moltissimo: quando ho lasciato la scuola nel 1980 sarebbe stato impensabile per me andare all'estero a studiare, ma ora, a distanza di 30 anni, mia figlia sta facendo il suo master in Francia, dobbiamo molto al fatto ora tutte le ragazze dovrebbero andare a scuola.Questi cambiamenti hanno avuto un enorme impatto sulle pratiche ancestrali. Ingrasso sembra appena superato per gran parte della società mauritana. "

Ma Ely e M'baye insistono che il grasso "ideale" è tornato. Ely cita le pratiche di aumento di peso che mettono in pericolo la vita di alcune donne cresciute. "Per rimanere grassi, come adulti, prendono ormoni animali o acquistano farmaci con effetti collaterali che aumentano l'appetito Una donna è morta in ospedale a Nouakchott la scorsa settimana, temo che questo problema sia ancora molto con noi".

• Segnalazioni aggiuntive di Manon Rivière a Nouakchott

• Questo articolo è stato modificato giovedì 9 luglio 2009. Il titolo è stato modificato da "Ragazze alimentate forzatamente per il matrimonio quando la giunta fa rivivere le fattorie all'ingrasso" perché non riflette accuratamente l'articolo in cui si afferma che il regime militare di governo in Mauritania è stato accusato donne e attivisti per i diritti dei bambini per un ritorno ai ruoli tradizionali e una ripresa di tali pratiche come il leblouh. Il rapporto non diceva che il governo aveva rianimato questa pratica. Questo è stato corretto.


Recenti documenti: