Come tonificare i vasi sanguigni e ridurre il rischio di malattie cardiache

https://www.naturalnews.com/021924_blood_vessels_heart_health.html

Delizioso

I personal trainer hanno a lungo elogiato i benefici per la salute di tonificare i muscoli. Ora, i ricercatori medici stanno osservando un approccio simile per la tonificazione dei vasi sanguigni.

Pensa a come ottenere dei vasi sanguigni davvero buffi.

Allora, che cosa ha a che fare il tono dei vasi sanguigni con la tua salute? Migliore è il tono dei vasi sanguigni - il tuo sistema circolatorio totale - meno il tuo cuore deve lavorare per pompare il sangue. Quando il tuo cuore pompa il tuo sangue senza intoppi, senza la resistenza dei tuoi vasi sanguigni, il tuo rischio di malattie cardiache cade.

Anche se l'esercizio fisico è importante per il tono muscolare, le abitudini alimentari e di integratori possono avere una maggiore influenza quando si parla di tono dei vasi sanguigni. Mangiare cibi freschi e sani e assumere antiossidanti sono i modi migliori per mantenere il tono tipografico dei vasi sanguigni.

Il concetto di migliorare il tono dei vasi sanguigni è centrato sul endotelio, un sottile strato di cellule che rivestono l'interno dei vasi sanguigni del tuo corpo. I ricercatori sanno che le cellule endoteliali sono i principali attori nella regolazione del flusso sanguigno, della pressione sanguigna e persino della coagulazione. Queste cellule secernono una varietà di sostanze chimiche che segnalano ai vasi sanguigni di dilatarsi e di restringersi, il che aiuta a regolare il flusso sanguigno e ad attivare le cellule coinvolte nella coagulazione del sangue.

I vasi sanguigni sani sono elastici e flessibili, favorendo i cambiamenti nell'attività fisica e livelli di stress. Ma in disfunzione endoteliale (pronunciato en-doe-thee-lee-uhl dis-funk-shin), i vasi sanguigni si irrigidiscono e riducono il flusso sanguigno (cioè la circolazione) del 15 percento o più. Il tuo cuore deve lavorare di più per fare la differenza.

Sebbene i medici comprendano che la disfunzione endoteliale è un importante fattore di rischio per la malattia coronarica, non è facilmente misurabile al di fuori degli ambienti di ricerca universitari. Invece, devi dedurre la salute del tuo endotelio in base alle tue abitudini alimentari.

Uno dei primi studi significativi che collegano la dieta e la disfunzione endoteliale è stato condotto quasi 10 anni fa presso la Scuola di Medicina dell'Università del Maryland a Baltimora. Gary D. Plotnick, M.D., e i suoi colleghi hanno confrontato gli effetti di una colazione fast-food "ad alto contenuto di grassi" e di integratori antiossidanti su 20 uomini e donne sani. Hanno usato gli ultrasuoni per misurare i cambiamenti nel tono dei vasi sanguigni e il flusso di sangue nell'arteria brachiale, la stessa arteria utilizzata per misurare la pressione sanguigna nella parte superiore del braccio.

Plotnick ha scoperto che una tipica colazione da McDonald's ha portato a un significativo e rapido declino nel normale tono dei vasi sanguigni e nel flusso sanguigno. Le modifiche sono durate da due a quattro ore (fino a quando la persona media potrebbe essere affamata abbastanza per un altro pasto veloce). Ma la buona notizia era questa: prendere 800 UI di vitamina E e 1.000 mg di vitamina C prevenuto i pericolosi cambiamenti nella funzione endoteliale.

Lo studio ha dimostrato chiaramente i benefici delle vitamine E e C e Plotnick ha concluso che gli antiossidanti aiutano a mantenere la normale funzione endoteliale. Ma Plotnick errò nel descrivere la colazione del fast-food come se avesse un alto contenuto di grassi saturi. Mentre una tale colazione fornisce una notevole quantità di grassi saturi, è anche ricca di grassi trans, carboidrati raffinati e zuccheri, tutti fattori che possono avere un effetto disastroso sul tono dei vasi sanguigni.

La disfunzione endoteliale - ancora una volta, pensate che sia un cattivo tono dei vasi sanguigni - si intreccia nell'infiammazione e nell'impotenza sessuale maschile. Una varietà di fattori legati allo stile di vita aumenta il rischio di disfunzione endoteliale, incluso il fumo di tabacco, il sovrappeso e il diabete o il prediabete. Elevati livelli ematici di colesterolo, colesterolo LDL ossidato, trigliceridi o omocisteina (ancora un altro fattore di rischio per le malattie cardiache), aumentano anche le possibilità di avere una disfunzione endoteliale. E così sentirsi stressati.

In uno studio condotto presso la State University di New York, Buffalo, i ricercatori hanno scoperto che una colazione simile a quella di McDonald's aumentava sia l'infiammazione che la disfunzione endoteliale in soggetti altrimenti sani. I livelli ematici di una varietà di marcatori infiammatori, come la proteina C-reattiva e il "fattore nucleare kappa beta (NFkB)", sono aumentati dopo il pasto. NFkB promuove sia l'infiammazione che la disfunzione endoteliale nel corpo, secondo Emmanouil N. Karatzis, M.D., dell'Ospedale della Croce Rossa di Atene, in Grecia.

Eppure i cambiamenti e gli integratori alimentari possono aiutarti a mantenere il tono normale dei vasi sanguigni. In uno studio di follow-up, Plotnick e i suoi colleghi hanno riferito che molti dei componenti della dieta mediterranea, compresi i pesci e le verdure ricche di antiossidanti, hanno migliorato la funzione endoteliale.

Uno studio separato, condotto presso l'Università di Harvard, ha rilevato che una variazione della dieta mediterranea (ad esempio, evitando latticini e patate amidacee) e una dieta modificata piramide alimentare (che consente multivitaminici e moderata assunzione di vino) ha portato a riduzioni sostanziali sia di infiammazione che disfunzione endoteliale.

Diversi supplementi sono stati trovati utili nel mantenere o ripristinare il normale tono dei vasi sanguigni.

Vitamina E. Numerosi studi hanno confermato i benefici della vitamina E nel migliorare la funzione endoteliale. Questa capacità di mantenere il tono normale dei vasi sanguigni può in parte spiegare i benefici della vitamina E nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. In un caso estremo, incentrato sulla disfunzione endoteliale "acuta" nei fumatori, i ricercatori hanno scoperto che 600 UI di vitamina E ogni giorno portavano a miglioramenti significativi nel tono dei vasi sanguigni. Una combinazione di 400 UI di vitamina E e 500 mg di vitamina C al giorno migliorata funzione endoteliale nei bambini geneticamente predisposti alle malattie cardiache.

Vitamina C. Di per sé, la vitamina C può anche migliorare il tono dei vasi sanguigni.In uno studio su pazienti con malattie cardiache, i ricercatori hanno scoperto che 2.000 mg di vitamina C sono protetti contro la disfunzione endoteliale dopo un pasto ricco di grassi. Allo stesso modo, 1.000 mg di vitamina C hanno attenuato la disfunzione endoteliale causata da elevati livelli ematici di omocisteina.

L-Arginina. Questo amminoacido è il precursore dell'ossido nitrico, uno dei principali regolatori della funzione endoteliale. L'ossido nitrico aumenta la flessibilità endoteliale e gli studi hanno trovato supplementi di L-arginina (da 6 a 15 grammi al giorno) utili nel dolore anginoso e nell'insufficienza cardiaca congestizia. Dosi più basse, come 2 grammi (2.000 mg) al giorno, possono aiutare a curare la disfunzione erettile. L'arginina L funziona allo stesso modo dei farmaci prescritti per la disfunzione erettile, cioè aumentando i livelli di ossido nitrico e migliorando il tono dei vasi sanguigni. La vitamina C può ulteriormente migliorare l'attività della L-arginina.

Aglio. A lungo venerato per i suoi benefici per la salute, l'aglio è ricco di antiossidanti e aumenta la produzione di ossido nitrico. In uno studio su 15 uomini con malattia coronarica, i ricercatori hanno scoperto che 2,4 grammi di estratti di aglio invecchiati riducevano la disfunzione endoteliale del 44%.

Acido alfa lipoico. Questo antiossidante è stato a lungo utilizzato in Europa per trattare i sintomi della malattia del sistema nervoso diabetico. In un recente studio presso la Emory University School of Medicine di Atlanta, i ricercatori hanno riferito che 300 mg di acido alfa-lipoico miglioravano la funzione enthothelial di quasi il 50% e l'antiossidante ha anche migliorato i benefici di un farmaco usato per trattare le malattie cardiache.

Flavonoidi. I flavonoidi sono una famiglia di oltre 5.000 potenti antiossidanti presenti in frutta e verdura. In un recente studio, Mary Engler, Ph.D., R.N., ha rilevato che il tono dei vasi sanguigni è migliorato dopo che i soggetti hanno consumato 1,6 once di cioccolato fondente al flavonoide al giorno per due settimane. I miglioramenti sono apparsi correlati agli aumenti dell'epicatechina, uno dei flavonoidi antiossidanti nel cioccolato fondente.

In breve, la salute del vostro sistema circolatorio totale ha un effetto importante sul rischio complessivo di sviluppare malattie cardiache. La ricerca sulla funzione endoteliale ha chiaramente dimostrato che mangiare cibi fritti può avere un effetto disastroso sul tono dei vasi sanguigni. Al contrario, cibi più sani e alcuni integratori possono aiutarti a rimanere sveglio dentro. E chi non vorrebbe essere buff?

Plotnick GD, Corretti MC, Vogel RA. L'effetto delle vitamine antiossidanti sull'indebolimento transitorio della vasoattività dell'arteria brachiale endotelio-dipendente segue un singolo pasto ricco di grassi. JAMA, 1997;278:1682-1686.

Whincup PH, Gilg JA, Donald AE, et al. Distensibilità arteriosa negli adolescenti: l'influenza dell'adiposità, della sindrome metabolica e dei fattori di rischio di classe. Circolazione, 2005;112:1789-1797.

Schalkwijk CG, Stehouwer, CD. Complicanze vascolari nel diabete mellito: il ruolo della disfunzione endoteliale. Scienza clinica, 2005;109:143-159.

Ronco AM, Garrido A, Llanos MN, et al. Effetto dell'omocisteina, dei folati e della cobalamina sull'ossidazione delle LDL da parte delle cellule endoteliali e del rame. lipidi, 2005;40:259-264.

Rozanski A, Blumenthal JA, Kaplan J. Impatto di fattori psicologici sulla patogenesi della malattia cardiovascolare e implicazioni per la terapia. Circolazione, 1999;99:2192-2217.

Aljada A, Mohanty P, Ghanim H, et al. Aumento del fattore nucleare intranucleare kB e diminuzione delle cellule mononucleate dell'inibitore kB dopo un pasto misto: evidenza di un effetto proinfiammatorio. American Journal of Clinical Nutrition, 2004;79;682-690.

Karatzis E. Il ruolo degli agenti infiammatori nella funzione endoteliale e il loro contributo all'aterosclerosi. Hellenic Journal of Cardiology, 2005;46:232-239.

Vogel RA, Corretti MC, Plotnick GD. L'effetto postprandiale dei componenti della dieta mediterranea sulla funzione endoteliale. Ufficiale dell'American College of Cardiology, 2000;36:1455-1560.

Fung TT, McCullough ML, Newby PK, et al. Punteggi di qualità alimentare e concentrazioni plasmatiche di marcatori di infiammazione e disfunzione endoteliale. American Journal of Clinical Nutrition, 2005;82:163-173.

Raghuveer G, Sinkey CA, Chenard C, et al. Effetto della vitamina E sulla disfunzione endoteliale dei vasi di resistenza indotta dalla metionina. American Journal of Cardiology, 2001;88:285-290.

Sarabi M, Vessby B, Basu S, et al. Relazioni tra vasodilatazione endotelio-dipendente, livelli sierico di vitamina E e plasma isoprostano 8-iso-PGF2a in soggetti sani. Journal of Vascular Research, 1999;36:486-491.

Neunteufl T, Priglinger U, Heher S, et al. Effetti della vitamina E sulla disfunzione endoteliale cronica e acuta nei fumatori. Ufficiale dell'American College of Cardiology, 2000;35:277-283.

Engler MM, Engler MB, Malloy MJ, et al. Le vitamine antiossidanti C ed E migliorano la funzione endoteliale nei bambini con iperlipidemia. Valutazione endoteliale del rischio da lipidi negli studi giovanile (EARLY). Circolazione, 2003;108;1059-1063.

Ling L, Zhao SP, Gao M, et al. La vitamina C preserva la funzione endoteliale in pazienti con malattia coronarica dopo un pasto ricco di grassi. Cardiologia clinica, 2002;25:219-224.

Chambers JC, McGregor A, Jean-Marie J, et al. Dimostrazione di disfunzione endoteliale vascolare ad insorgenza rapida dopo iperomocisteinemia. Un effetto reversibile con la terapia con vitamina C. Circolazione, 1999;99:1156-1160.

Anon. Monografia: L-arginina. Recensione di medicina alternativa, 2005;10:139-147.

Tousoulis D, Xenakis C, Tentolouris C, et al. Effetti della vitamina C sulla vasodilatazione coronarica da L-arginina intracoronarica in pazienti con angina stabile. Cuore, 2005;91:1319-1323.

Williams MJ, Sutherland WH, McCormick MP, et al. L'estratto di aglio invecchiato migliora la funzione endoteliale negli uomini con malattia coronarica. Ricerca di fitoterapia, 2005;19:314-319.

Sola S, Mir MQ, Cheema FA, et al. L'irbesartan e l'acido lipoico migliorano la funzione endoteliale e riducono i marker di infiammazione nella sindrome metabolica. Circolazione, 2005;111:343-348.

Engler MB, Engler MM, Chen CY, et al.Il cioccolato fondente ricco di flavonoidi migliora la funzione endoteliale e aumenta le concentrazioni plasmatiche di epicatechina negli adulti sani. Ufficiale dell'American College of Nutrition, 2004;23:197-204.

Jack Challem, noto come The Nutrition Reporter (tm), è un allenatore di nutrizione personale con sede a Tucson, in Arizona. Jack è uno degli scrittori di nutrizione e salute più affidabili d'America e ha scritto sulla ricerca su nutrizione, vitamine, minerali ed erbe per più di 30 anni. È l'autore di La soluzione Food-Mood: il piano di nutrizione e stile di vita per sentirsi di nuovo bene </ em> em> (Wiley, 2007), nutrire i giusti geni (Wiley, 2005), La sindrome da infiammazione (Wiley, 2003) e l'autore principale del best-seller Sindrome X: Il programma nutrizionale completo per prevenire e invertire la resistenza all'insulina (Wiley, 2000). Il suo prossimo libro, Stop Prediabetes Now, sarà pubblicato nell'autunno del 2007. Scrive The Nutrition Reporter(tm) newsletter e contribuisce regolarmente a molte riviste, tra cui Medicina alternativa, Migliore nutrizione, Corpo e anima, Sperimenta la vita, e Viviamo. Gli articoli scientifici di Jack sono apparsi in Biologia e medicina radicale gratuite, Journal of Orthomolecular Medicine, Ipotesi medichee altri diari. Inoltre, è un editorialista per Terapie alternative e complementari. Jack è un oratore frequente alle conferenze sulla medicina nutrizionale e ai gruppi di consumatori. Mandategli un'e-mail tramite www.foodmoodsolution.com

Recenti documenti: