Dieta indiana dopo angioplastica: cosa mangiare e cosa evitare

Una dieta ben mantenuta dopo l'angioplastica svolge un ruolo cruciale nel processo di recupero dopo una procedura di angioplastica. Quando una persona sperimenta una malattia coronarica, le arterie oi corridoi nel cuore possono essere ostruiti totalmente o parzialmente da un materiale appiccicoso chiamato placca ( a base di colesterolo). Questa condizione medica è chiamata aterosclerosi e ostacola il flusso di sangue al cuore. L'angioplastica coronarica è una procedura non chirurgica in cui l'arteria coronaria viene sbloccata mediante palloncini e stent, ripristinando in tal modo il corretto flusso di sangue al cuore. Se più arterie sono ostruite dalla placca, il medico potrebbe suggerire l'innesto di bypass con arteria coronaria (CABG), comunemente chiamato cardiochirurgia. Per garantire un cuore sano e ridurre le possibilità di recidiva, la maggior parte dei cardiologi raccomanderebbe cambiamenti nello stile di vita e nel mantenimento di una dieta indiana dopo l'angioplastica e l'intervento chirurgico di bypass, cioè il cibo indiano per i cardiopatici.

Un'arteria bloccata dovrebbe essere una sveglia importante per affrontare i fattori di rischio che aumentano le possibilità di un attacco di cuore. Per trarre benefici a lungo termine, prevenire la formazione di placche nelle arterie e diminuire la probabilità di un infarto, la cura post-procedura è molto essenziale. L'attività fisica regolare e la modifica nella dieta indiana dopo l'angioplastica (cibo indiano per pazienti cardiopatici) sono generalmente raccomandati per ridurre i livelli di colesterolo e la possibilità di accumulo di placca, migliorando così la salute generale del cuore.

Fare cambiamenti nello stile di vita e nella dieta potrebbe non essere un compito facile per tutti. Tuttavia, uno dovrebbe rendersi conto che un restyling non solo aiuterà a ridurre le probabilità di contrarre disturbi alle arterie coronariche, ma aiuterà anche a migliorare i livelli di colesterolo, abbassare la pressione sanguigna e mantenere il peso corporeo. Secondo una ricerca, la seguente tabella dietetica personalizzata dopo angioplastica e esercizio regolare riduce la probabilità di futuri problemi cardiaci di un enorme 70%. Ecco alcuni consigli da ricordare quando si apportano modifiche a una carta di dieta indiana dopo l'angioplastica:

Dieta indiana dopo angioplastica - cibi da evitare

È imperativo avere una buona comprensione di quali cibi evitare la procedura di angioplastica post. Il mantenimento di una dieta equilibrata svolge un ruolo fondamentale nel ridurre ulteriormente l'incidenza della malattia coronarica. Mangiare bene guida anche il processo di recupero. Pertanto, è fondamentale attenersi a una tabella di dieta prescritta dal cardiologo. Qui ci sono un paio di cose da evitare quando si subiscono cambiamenti dietetici dopo l'angioplastica.

Dieta dopo cibi per angioplastica da evitare
  • sale
    Ridotto consumo di sale - aiuta ad abbassare la pressione sanguigna e contribuisce indirettamente a ridurre il carico di lavoro del cuore. Sarai sorpreso di notare quanto velocemente le papille gustative si adattino ai livelli di sale più bassi.
  • Cibi ricchi di grassi
    Ridurre l'assunzione di grassi trans e grassi saturi in quanto aumentano le probabilità di malattie cardiache anche se consumati in piccole porzioni. Alimenti altamente elaborati e cibi spazzatura sono ricchi di grassi trans, quindi si dovrebbe dare a questi alimenti un salto mentre si cerca di muoversi verso uno stile di vita sano. Anche gli alimenti contenenti acidi grassi saturi non sono consigliati durante la riduzione del peso. Inoltre, consumare varietà a basso contenuto di grassi di latte e yogurt ed evitare i tuorli d'uovo.
  • Alimenti con zucchero aggiunto
    Le cole, i succhi, le bibite, tutti hanno un sacco di zucchero, che può complicare il diabete e portare ad un aumento di peso. Evitali; passare al tè verde o alle infusioni di frutta, che sono alternative più salutari. Allo stesso modo, evitare alimenti come dolciumi, marmellate, torte, caramelle e altri dolci perché hanno una tendenza ad avere un alto contenuto di zucchero, il che può provocare un inutile aumento di peso. Tuttavia, se si ha una voglia irresistibile di mangiare qualcosa di dolce, rosicchiare cioccolato fondente, un tipo di antiossidante, può abbassare la pressione sanguigna e ridurre l'infiammazione
  • Carni trasformate
    Questo include prodotti come pancetta, prosciutto, hot dog, salsicce, salame, carne in scatola, carne secca, carne in scatola e salse a base di carne. Questi dovrebbero essere evitati in quanto contengono un alto grado di sodio e altri conservanti che possono danneggiare il cuore. Pertanto, si dovrebbe, se possibile, provare a passare a una dieta vegetariana dopo l'angioplastica o la dieta vegetariana dopo la procedura di angioplastica.
  • Ridurre l'assunzione di prodotti contenenti caffeina ed evitare tutte le bevande alcoliche.

Dieta indiana dopo angioplastica - alimenti da consumare

Lo sapevate? La perdita di appetito è un tipico sintomo dell'angioplastica! Ciò significa che potrebbe essere necessario mangiare cibo nutriente a intervalli regolari.

Non è necessario ridurre il consumo di tutti gli alimenti. L'essenziale è mantenere una dieta equilibrata. Si può sicuramente ridurre il rischio di sviluppare una malattia cardiovascolare mangiando determinati cibi ogni giorno. Alcuni cibi che aiutano a fornire al tuo corpo abbondanti nutrienti protettivi per il cuore come vitamine, antiossidanti, minerali e fibre alimentari dovrebbero essere consumati preferibilmente. Di seguito è riportato un elenco di prodotti alimentari che dovrebbero essere inclusi in una dieta dopo l'angioplastica.

  • Frutta e verdura
    Sì, la tua mamma aveva ragione. Sono una componente essenziale della piramide alimentare e dovrebbero produrre 4-6 porzioni al giorno. Una fonte chiave di tutte le vitamine, i minerali e le fibre essenziali. Sono fonti di energia rapida eppure povere di calorie. Prova a mangiarli nella loro forma più naturale senza aggiungere troppo condimento e condimenti, che potrebbero contribuire al conteggio delle calorie.
  • Oli sani
    Non tutti i grassi sono cattivi, in effetti, pochi sono essenziali in quanto aiutano a costruire i componenti essenziali del tuo corpo e buoni per la lubrificazione delle articolazioni. Questi includono olio d'oliva, olio di arachidi e canola. Preferisci avere acidi grassi polinsaturi.
  • Noccioline
    Le noci sono mini powerhouse pieno di fibre, proteine ​​e grassi essenziali. Consumare questi su base giornaliera è utile.Mentre le mandorle sono ricche di calcio e vitamina E, gli anacardi sono ricchi di zinco, ferro, magnesio. Le noci sono altamente raccomandate in quanto sono noti antiossidanti e sono ricchi di omega 3. Inoltre contribuiscono in modo significativo all'abbassamento delle LDL.
  • Cereali integrali
    Prova a consumare cereali integrali anziché farina lavorata: sono ricchi di fibre, ti riempiono di più e controllano i livelli di zucchero nel sangue. L'avena è stata particolarmente benefica nel ridurre il contenuto di colesterolo ed è ricca di fibre solubili e allontana il colesterolo dal flusso sanguigno.
  • Germogli o legumi
    Forniscono fibre, aiutano a riempire e integrare con nutrienti essenziali.
  • Tè appena preparato
    Quando hai bisogno di sorseggiare qualcosa di lenitivo e calmante, dondola al tè appena preparato e semplicemente evita il tè confezionato. Il tè ricco di flavonoidi può aiutare a ridurre la probabilità di subire problemi cardiaci e riduce lo sforzo circolatorio.
  • Rimani idratato
    Non esiste un sostituto preferibile per la perdita di liquidi rispetto al reintegro del corpo con acqua. In caso di malessere, il corpo richiede una notevole quantità di acqua ogni giorno per funzionare, combattere i virus, eliminare le tossine e sostituire i liquidi persi nel processo. Tenere lontano dai rinfreschi contenenti caffeina, poiché causano la perdita d'acqua attraverso i reni, che è in conflitto con l'obiettivo di rimanere idratati.

Si potrebbe anche guardare a modi alternativi di cucinare, ad esempio, cuocere, cuocere a vapore, cuocere alla griglia, stufare o far bollire invece di friggere in quanto ciò contribuisce a ridurre il grasso. Questo semplice cambiamento può portare la dieta indiana dopo l'angioplastica a una lunga strada da quando gli indiani hanno un'abitudine sorprendente di friggere tutto. La tua dieta è uno strumento potente, se usato pragmaticamente, può aiutare a combattere non solo le malattie cardiache ma altri disturbi che ti vengono incontro.

Mentre le morti per malattie cardiache si sono ridotte negli ultimi anni, continua a essere una delle principali cause di morte nel mondo. Pertanto, è più che evidente che un'alimentazione sana e la vita possono fare una grande differenza nella vita di una persona. Successivamente, non si dovrebbe dimenticare che ogni individuo è distintivo e quindi la corretta routine alimentare per il benessere sano può variare da individuo a individuo. Tuttavia, seguendo un regime alimentare variato con un equilibrio di tutti i nutrienti necessari ed evitando integratori indesiderati come sodio, grassi e zucchero, siete sulla buona strada per un corpo sano.

Esercizi dopo angioplastica

Una dieta ben bilanciata dopo l'angioplastica unita all'esercizio fisico è vitale per il cuore e il corpo. Avresti bisogno di iniziare con esercizi non energici come allenamenti di yoga di base che non mettono a dura prova il tuo sistema debilitato circolatorio. Un programma ben pianificato di esercizi insieme a una dieta contribuirà a ridurre il rischio di complicazioni future.

La concezione largamente diffusa secondo cui le esercitazioni implicano essenzialmente solo attività pesanti e fisicamente faticose è falsa. Un'attività fisica come fare jogging, andare in bicicletta, fare aerobica o anche semplicemente camminare può avere risultati uguali o addirittura superiori. Se apporti tali cambiamenti al tuo stile di vita, è molto probabile che la progressione delle malattie si riduca se non si fermi. Tuttavia, consultare il proprio medico prima di decidere su un programma di esercizi dopo una procedura di angioplastica.

Dopo che il medico ti ha dato un segnale verde per esercitare da solo, potresti eseguire il seguente piano di attività:

  • Non iniziare subito con attività pesanti e faticose, inizia con esercizi a bassa intensità come camminare, salire le scale, ecc. E aumentare gradualmente il tuo livello di attività.
  • Riscaldarsi prima dell'esercizio e raffreddarsi dopo aver terminato l'esercizio è fondamentale.
  • Prova ad allenarti tutti i giorni alla stessa ora in quanto l'orologio biologico si adatta meglio allo stesso.
  • Non esercitare dopo i pasti e prima o dopo il bagno.
  • Indossare abiti e scarpe comodi ed evitare di allenarsi in condizioni climatiche estreme.
  • Ricorda sempre di non esagerare e fermati se ti senti stanco o basso.

Pertanto, l'angioplastica coronarica può servire come una bandiera rossa per apportare cambiamenti dietetici e di stile di vita non solo per una migliore salute del cuore, ma anche per un benessere generale. Per garantire uno stile di vita sano dopo angioplastica, pianificare la vostra tabella alimentare in collaborazione con un nutrizionista. La frase popolare "Tu sei quello che mangi" è vera perché, secondo una ricerca, mangiare bene ha un ruolo fondamentale nel ridurre l'incidenza di contrarre le principali malattie croniche dell'80%.

Questo articolo è stato recensito da medici di grande esperienza e rinomati presso Apollo Hospitals, Indore.

Sentiti libero di prenotare un appuntamento con Cardiologists in Apollo Hospitals, Indore.

A proposito di: Apollo Hospitals, Indore - Cardiology Team.

Il Team Cardiac di Apollo Hospitals è formato presso i migliori istituti in India e all'estero. Sono completamente dedicati alla prevenzione e al trattamento di numerose malattie cardiache. Con oltre 1.500.000 interventi cardiotoracici cardiaci eseguiti fino ad oggi, non è una sorpresa che gli Apollo Heart Institutes siano considerati uno dei migliori centri al mondo. Il team di specialisti è esperto nel più complesso dei casi, direttamente dalla complicata chirurgia di bypass delle arterie coronariche, dalla chirurgia valvolare alle cardiopatie per i bambini, con tassi di successo paragonabili agli standard internazionali.


Recenti documenti: