Sintomi della malattia celiaca - Fondazione della malattia celiaca

La celiachia può essere difficile da diagnosticare perché colpisce le persone in modo diverso. Ci sono più di 200 sintomi noti della celiachia che possono verificarsi nel sistema digestivo o in altre parti del corpo. Alcune persone sviluppano la celiachia da bambino, altre da adulto. La ragione di questo è ancora sconosciuta.

Alcune persone celiache non presentano alcun sintomo, ma risultano comunque positivi al test del sangue celiaco. Alcuni altri possono avere un esame del sangue negativo, ma hanno una biopsia intestinale positiva. Tuttavia, tutte le persone celiache sono a rischio di complicazioni a lungo termine, indipendentemente dal fatto che manifestino o meno sintomi.

Il tuo bambino ha la malattia celiaca?

I sintomi digestivi sono più comuni nei neonati e nei bambini. Ecco i sintomi più comuni riscontrati nei bambini:

  • gonfiore addominale e dolore
  • diarrea cronica
  • vomito
  • stipsi
  • sgabello pallido, maleodorante o grasso
  • perdita di peso
  • fatica
  • irritabilità e problemi comportamentali
  • difetti dello smalto dentario dei denti permanenti
  • crescita ritardata e pubertà
  • bassa statura
  • incapacità di prosperare
  • Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD)

Hai una malattia celiaca?

Gli adulti hanno meno probabilità di avere sintomi digestivi, con solo un terzo che sperimenta la diarrea. Gli adulti hanno maggiori probabilità di avere:

  • anemia sideropenica inspiegabile

  • fatica

  • dolore alle ossa o alle articolazioni

  • artrite

  • osteoporosi o osteopenia (perdita ossea)

  • disturbi del fegato e delle vie biliari (transaminite, fegato grasso, colangite sclerosante primitiva, ecc.)
  • depressione o ansia

  • neuropatia periferica (formicolio, intorpidimento o dolore alle mani e ai piedi)

  • convulsioni o emicranie

  • mancati periodi mestruali

  • infertilità o aborto ricorrente

  • ferite da cancro nella bocca

  • dermatite erpetiforme (rash cutaneo pruriginoso)


Celiachia classica, non classica e silenziosa

Secondo la World Gastroenterology Organization, la celiachia può essere suddivisa in due tipi: classica e non classica.

Nella celiachia classica, i pazienti presentano segni e sintomi di malassorbimento, tra cui diarrea, steatorrea (feci pallide, maleodoranti, grasse) e perdita di peso o insufficienza di crescita nei bambini.

Nella celiachia non classica, i pazienti possono presentare lievi sintomi gastrointestinali senza chiari segni di malassorbimento o sintomi apparentemente non correlati. Possono soffrire di distensione addominale e dolore e / o altri sintomi come: anemia da carenza di ferro, stanchezza cronica, emicrania cronica, neuropatia periferica (formicolio, intorpidimento o dolore alle mani o ai piedi), ipertransaminasemia cronica inspiegabile (elevati enzimi epatici) , riduzione della massa ossea e delle fratture ossee e carenza di vitamine (acido folico e B12), menarca tardiva / menopausa precoce e infertilità inspiegabile, difetti dello smalto dentale, depressione e ansia, dermatite erpetiforme (rash cutaneo pruriginoso), ecc.

La celiachia silenziosa è anche nota come celiachia asintomatica. I pazienti non lamentano alcun sintomo, ma continuano a sperimentare danni da atrofia villosa al loro intestino tenue. Gli studi dimostrano che anche se i pazienti pensavano di non avere sintomi, dopo aver seguito una dieta rigorosamente priva di glutine riportano una salute migliore e una riduzione del sollievo da acido, gonfiore addominale e distensione e flatulenza. I parenti di primo grado (genitori, fratelli, figli), indipendentemente dal fatto che abbiano o meno sintomi, devono sempre essere sottoposti a screening, poiché esiste un rischio 1 su 10 di sviluppare la celiachia.

Il numero di modi in cui la celiachia può influenzare i pazienti, combinato con una mancanza di formazione nelle scuole di medicina e programmi di residenza di cure primarie, contribuisce allo scarso tasso di diagnosi negli Stati Uniti. Attualmente si stima che l'80% della popolazione celiaca rimanga non diagnosticata.


Lista di controllo per i sintomi della malattia celiaca

CDF offre una lista di controllo dei sintomi per aiutare te e il tuo medico a determinare se dovreste essere sottoposti a test per la malattia celiaca.

Completa la lista di controllo dei sintomi


Chi dovrebbe essere sottoposto a screening per la malattia celiaca?

Secondo il Centro per le malattie celiache del Columbia University Medical Center, "chiunque soffra di una malattia inspiegabile e testarda per diversi mesi, dovrebbe considerare la celiachia una possibile causa ed essere adeguatamente sottoposto a screening".

Anche i parenti di primo grado (genitore, figlio, fratello) dovrebbero essere sottoposti a screening in quanto hanno un rischio 1 su 10 di sviluppare malattia celiaca rispetto al rischio generale della popolazione di 1 su 100.

Informazioni sullo screening per la malattia celiaca


Sensibilità al grano non celiaca

Alcune persone manifestano sintomi nella celiachia, come "mente annebbiata", depressione, comportamento simile all'ADHD, dolore addominale, gonfiore addominale, diarrea, stitichezza, mal di testa, dolori alle ossa o alle articolazioni e affaticamento cronico quando hanno il glutine nella loro dieta, ancora non test positivo per la celiachia. I termini sensibilità al glutine non celiaca (NCGS) e sensibilità al grano non celiaco (NCWS) sono generalmente usati per riferirsi a questa condizione, quando la rimozione del glutine dalla dieta risolve i sintomi.

Scopri la sensibilità al grano non celiaca


Trovare il medico giusto

La Celiac Disease Foundation può aiutarti a trovare il medico giusto per discutere i sintomi, diagnosticare e trattare la malattia celiaca. La nostra directory nazionale degli operatori sanitari elenca i medici e gli specialisti delle cure primarie, i dietologi e i professionisti della salute mentale, esperti nella sensibilità al celiaco e al grano non celiaco.

Trova un operatore sanitario


Sintomi della malattia celiaca - Fondazione della malattia celiaca

Un sacco di persone mangiano una dieta priva di glutine. Per le persone celiache, è un must.

Circa 3 milioni di americani hanno la malattia celiaca, una malattia autoimmune che si innesca quando mangiano glutine. Il glutine è una proteina presente nel grano, nell'orzo, nella segale e in altri cereali. È la proteina che rende elastica la pasta e dà al pane la sua consistenza gommosa.

Ma quando qualcuno affetto da celiachia mangia qualcosa con il glutine, il suo corpo reagisce in modo esagerato alle proteine ​​e danneggia i loro villi, che sono piccole proiezioni a forma di dito trovate lungo la parete dell'intestino tenue.

Quando i villi sono feriti, l'intestino tenue non può assorbire correttamente i nutrienti dal cibo. Alla fine, questo può portare alla malnutrizione, così come alla perdita di densità ossea, agli aborti spontanei, alla sterilità - perfino all'inizio delle malattie neurologiche o di alcuni tumori.

Sintomi

La celiachia non è la stessa cosa di un'allergia alimentare, quindi i sintomi saranno diversi.

Se sei allergico al grano, potresti avere prurito o lacrimazione o difficoltà a respirare se mangi qualcosa che contiene del grano.

Ma se hai una malattia celiaca e accidentalmente mangi qualcosa con glutine, potresti avere problemi intestinali (come diarrea, gas, stitichezza) o uno dei seguenti sintomi:

Nei bambini, i problemi intestinali sono molto più comuni di quanto lo siano per gli adulti. Questi sintomi includono:

Non tutti quelli con celiachia avranno questi sintomi. E alcune persone non hanno alcun problema, il che rende la diagnosi molto difficile.

Diagnosi

La maggior parte delle persone celiache non sa mai di averlo. I ricercatori pensano che solo il 20% delle persone con la malattia ottengano una diagnosi corretta. Il danno all'intestino è molto lento e i sintomi sono così vari che possono passare anni prima che qualcuno riceva una diagnosi.

Continua

I medici usano due esami del sangue per aiutare a determinare se hai una malattia celiaca:

  • Test di sierologia che cercano determinati anticorpi
  • Test genetici per cercare antigeni dei leucociti umani per escludere la celiachia

Se hai già assunto una dieta priva di glutine, dovrai toglierla prima di sottoporsi al test degli anticorpi in modo che i risultati siano accurati.

Se l'esame del sangue mostra che potresti avere una malattia celiaca, probabilmente avrai bisogno di fare l'endoscopia. Questa è una procedura in cui il medico può guardare il tuo intestino tenue e prendere un po 'di tessuto per vedere se è danneggiato.

Trattamento

Non ci sono farmaci che curano la celiachia. Dovrai seguire una dieta rigorosamente priva di glutine. Oltre a stare lontano da pane, torte e altri prodotti da forno, dovrai anche evitare birra, pasta, cereali e persino alcuni dentifrici, farmaci e altri prodotti contenenti glutine.

Se ha una grave carenza nutrizionale, il medico potrebbe richiedere l'assunzione di vitamine e integratori minerali senza glutine e prescriverà farmaci se ha un'eruzione cutanea.

Dopo aver seguito una dieta priva di glutine per alcune settimane, dovresti iniziare a sentirti meglio, poiché l'intestino tenue inizia a guarire.

Chi è a rischio?

La malattia celiaca tende a funzionare in famiglia, in quanto è una malattia genetica. Se hai un genitore, un figlio, un fratello o una sorella che ha la malattia celiaca, hai una probabilità su 10 di averlo da solo. Ma avere i geni per la celiachia non significa automaticamente che ce la farai.

A volte, un evento stressante come un'infezione virale, un intervento chirurgico o qualche trauma emotivo può scatenarlo. Potrebbe anche succedere dopo la gravidanza. Certo, avresti bisogno di mangiare cibi con glutine per fare in modo che si producano danni.

La malattia è più comune tra i caucasici e le persone che hanno avuto altre malattie come la sindrome di Down, il diabete di tipo 1, la sindrome di Turner (una condizione in cui una femmina manca un cromosoma X), la malattia di Addison o l'artrite reumatoide.

Riferimento medico WebMD Recensito da Jennifer Robinson, MD il 17 novembre 2016

fonti

FONTI:

Mayo Clinic: "Celiachia".

Oltre il celiaco: "Cos'è la celiachia?"

Istituto Nazionale di Diabete e Malattie Digestive e Rene: "Definizione e fatti per la malattia celiaca".

Fondazione Celiachia: "Comprensione della malattia celiaca".

© © 2016 WebMD, LLC. Tutti i diritti riservati.

Recenti documenti: