Cintura

Salta alla navigazione Salta alla ricerca
Per altri usi, vedi Girdle (disambiguazione).
"Cest" reindirizza qui. Per altri usi, vedi CEST.
Un prete cristiano anglicano che porta una cintura bianca intorno alla vita per tenere il suo alb e rubato sul posto.

Il termine cintura, che significa "cintura", si riferisce comunemente all'abbigliamento liturgico che normalmente chiude una tonaca in molte denominazioni cristiane, compresa la Comunione anglicana, la Chiesa metodista e la Chiesa luterana.[1] Si diceva che la cintura, nell'VIII o IX secolo, assomigliasse a un'antica veste ebraica levitica, e in quell'epoca non era visibile. Nell'800 dC, la cintura iniziò ad essere indossata dai diaconi cristiani nella Chiesa orientale.[2]

La cintura, per gli uomini, simboleggia la preparazione e la prontezza a servire, e per le donne, rappresenta la castità e la protezione;[3] era anche indossato da laici nel Medioevo, come attestato in letteratura. Ad esempio, il racconto agiografico di San Giorgio e il Drago menziona il malfattore addomesticato con il segno della croce e una cintura consegnata a San Giorgio da una vergine.[4]

Dal XX secolo, la parola "cintura" è stata anche usata per definire un indumento intimo fatto di tessuto elasticizzato che veniva indossato dalle donne. È un capo di fondazione aderente che avvolge il busto inferiore, forse estendendosi sotto i fianchi, e indossato spesso per modellare o per supporto. Può essere indossato per ragioni estetiche o mediche. Negli sport o nelle cure mediche, una cintura può essere indossata come indumento a compressione. Questa forma di abbigliamento da donna sostituì il corsetto in popolarità, e fu a sua volta in gran parte superata dai collant negli anni '60.

Storia

Tunica di stile greca avvolta con a tenia (nastro) cintura.

Gli uomini tra i Greci e i Romani portavano la cintura sui lombi, e li serviva per confinare la tunica e tenere la borsa, invece delle tasche, che erano sconosciute; ragazze e donne lo portavano sotto il seno. Il strophium, Tenia, o Mitra si verifica in molte figure. Nella piccola Pallade di bronzo di Villa Albani, e in figure sui Vasi di Hamilton, sono tre cordoni con un nodo, distaccato da due estremità della cintura, che è fissato sotto il seno. Questa cintura forma sotto il seno un nodo di nastro, a volte sotto forma di una rosa, come accade nelle due più belle figlie di Niobe. Sul più giovane le estremità della cintura passano sulle spalle e sul dorso, come fanno su quattro cariatidi rinvenute sul Monte Portio. Questa parte del vestito che gli antichi chiamavano, almeno ai tempi di Isidoro, Succinctorium o Bracile. La cintura è stata omessa da entrambi i sessi in lutto. Spesso quando la tunica era molto lunga, e altrimenti sarebbe stata impigliata dai piedi, fu trascinata sopra la cintura in modo tale da nascondere quest'ultima completamente al di sotto delle sue pieghe. Non è raro vedere due guaine di larghezza diversa portate insieme, una molto in alto, l'altra molto in basso, in modo da formare tra le due nella tunica, un intervallo raggrinzito; ma questa moda era principalmente applicata a brevi tuniche. La tunica dei maschi greci era quasi sempre confinata da una cintura.

Cinti di ferro, per prevenire l'obesità, erano indossati da alcuni britannici. Dalle ere druidiche la cura delle malattie, specialmente quelle del parto difficile, era attribuita a indossare certe cinture. Tra gli anglosassoni, era usato da entrambi i sessi; dagli uomini per confinare la loro tunica e sostenere la spada. Lo troviamo riccamente ricamato e di pelle bianca. Il cinturino in pelle era principalmente indossato dai monaci.[5]

Vendo e iconografia

Uso giudeo-cristiano

In fede cattolica, la Cintura di Tommaso si dice che sia stata tramandata dalla Vergine Maria durante la sua Assunzione
Ulteriori informazioni: Cinture e Zone (paramenti)

Come paramento liturgico cristiano, la cintura è una lunga corda simile a una fune legata intorno alla vita sopra il camice o la tonaca. Manuale di Parson descrive la cintura come fatta "generalmente di corda di lino bianca, e può avere una nappa a ciascuna estremità." La lunghezza di 12 piedi e 6 pollici è una dimensione molto conveniente se viene usata doppia, una estremità viene poi trasformata in un cappio e le estremità nappate scivolarono attraverso, ma la cintura potrebbe essere colorata ".[6]I monaci cristiani appesantiscono spesso testi religiosi, come la Bibbia o il Breviario, dalle loro cinture e questi sono diventati noti come libri di cinta. Inoltre, spesso si annodavano le estremità della cintura tre volte, per rappresentare i "voti di povertà, castità e obbedienza".[3] In quanto tale, all'interno della Chiesa cristiana, la cintura, in alcuni contesti, rappresenta la castità e all'interno della Bibbia ebraica, "Proverbi 31 fornisce un riferimento biblico all'antica pratica della cintura fatta da donne virtuose caste".[7] Nel Nuovo Testamento "Cristo si riferì alla cintura come simbolo di preparazione e prontezza al servizio (Luca 12: 35-38)":[3]

Sii vestito pronto per il servizio e mantieni le tue lampade accese, come servitori che attendono che il loro padrone torni da un banchetto di nozze, in modo che quando arriva e bussa, possono immediatamente aprire la porta per lui. Sarà un bene per quei servi il cui padrone li trova a guardare quando viene. In verità ti dico che si vestirà per servire, li farà accomodare al tavolo e verrà ad aspettarli. Sarà un bene per quei servi il cui maestro li trova pronti, anche se arriva nel mezzo della notte o verso l'alba.

San Paolo, in Efesini 6:14, fa anche riferimento al termine, affermando: "State dunque fermi, il primo che stringe attorno a voi la cintura di verità e mettete la corazza della rettitudine", rafforzando ulteriormente il concetto di cintura come simbolo di prontezza.[8] Molti sacerdoti cristiani, come sacerdoti anglicani e ministri metodisti, usano la seguente preghiera quando indossano la cintura:

Cinghimi, o Signore, con la cintura di purezza e spegni in me il fuoco della concupiscenza che la grazia della temperanza e della castità possa dimorare in me.[3]

Nell'ottavo secolo dC, la cintura divenne una veste liturgica "nel senso stretto del termine".[9] Sebbene la parola generale "cinture" sia talvolta usata come sinonimo della cintura, i manuali liturgici distinguono tra i due, poiché "la cintura è una corda lunga o una corda mentre la fascia è un'ampia fascia." Generalmente un alb è chiuso con una cintura , una tonaca doppiopetto in stile anglicano è chiusa con una fascia, e una tonaca romana è chiusa con una delle due ".[1]

Religioni dharmiche

Nell'iconografia Vajrayana del Hevajra Tantra, la "cintura" (Tib .: ske rags), uno degli "Ornamenti delle Cinque Ossa" (aṣṭhiamudrā) simboleggia l'Amoghasiddhi e la "realizzazione della consapevolezza originaria" (Kṛty-anuṣṭhāna-jñāna), una delle "Cinque Saggezze" (pañca) -jñāna).[10] L'iconografia della cintura (o grembiule e cintura in osso) [11]) nell'iconografia Vajrayana sviluppata da uno degli oggetti di paramento che adornano il Mahasiddha dei terreni per l'ossario.

Beer (1999: p 318) descrive la cintura ossea come "grembiule e cintura di ossa reticolate" come vesture delle rappresentazioni di danza rituale sacra del Dakinis and Heruka del Cham Dance and Gar Dance of Buddhism Tibetan:

Gli ornamenti d'osso indossati in queste danze rituali sono squisitamente scolpiti - in particolare il grembiule e la cintura di ossa reticolate, che sono comunemente adornati con immagini intricate di dakini.[11]

Cintola in letteratura

La Signora di Shalott, con una cintura medievale intorno alla vita (John William Waterhouse, 1888)

Nella letteratura, le cinture sono spesso ritratte come magiche, conferendo forza e forza se indossate dagli uomini, e protezione se indossate dalle donne. Diverse scritture nella Bibbia fanno uso della cintura come simbolo di preparazione e preparazione. Ishtar, una dea babilonese, indossava una cintura della fertilità che, quando fu rimossa, rese l'universo sterile. Ercole lottò con la regina amazzone per la sua cintura nel suo mito greco. Afrodite, o Venere nella mitologia romana, portava anche cinture associate alla lussuria nella successiva poesia.[12]

Per gli uomini una cintura era spesso usata per contenere armi. Ha anche dato loro la libertà di muoversi in combattimento, a differenza di altri tipi di abbigliamento. Si pensa che entrambi siano portatori della connessione del potere alla cintura dell'uomo nella letteratura. Ad esempio, Odysseus indossa una cintura che gli permette di nuotare per tre giorni di fila, e una cintura indossata da Thor raddoppia la sua forza.[12]

Più tardi, per le donne, la cintura divenne un segno di verginità e fu spesso considerata proprietà magiche. I mostri e tutti i tipi di malvagità sono registrati come sottomessi dalle guance in letteratura, un famoso è il drago ucciso da San Giorgio. Le cerimonie di matrimonio hanno continuato questa tradizione di cinture che simboleggiano la verginità facendo sposare il marito con la cintura della moglie e vietato alle prostitute di indossarle per legge nella Francia storica. Spesso nella letteratura, le donne sono ritratte come al sicuro da attacchi sessuali o di altro tipo quando indossano una cintura, ma improvvisamente vulnerabili se sono assenti o rubate.[12]

Gli usi non di abbigliamento in letteratura includono "Girdle of Melian" di Tolkien, un "muro" magico e protettivo che circonda un regno elfico.

La cintura delle donne del 20 ° secolo attira vari riferimenti in letteratura, spesso in modo dispregiativo. Ad esempio, Marilyn French nel suo libro classico, La stanza delle donne, è molto critico non solo della cintura stessa, ma anche della compulsione virtuale di indossarne una, una coercizione che esisteva fino alla fine degli anni '60. In John Masters Bhowani Junction, una volta che la razza mista Victoria Jones decide di optare per una persona indiana piuttosto che britannica, rifiuta la cintura come "indumento occidentale".

indumento intimo

La cintura di una donna (in rosa), 1933.

Storicamente e in antropologia, la cintura può essere un tessuto a forma di cintura scarsa per uomini o donne, indossato da solo, spesso non tenendo un indumento più grande sul posto, e meno rivelatore del perizoma, come veniva usato dai pugilisti minoici.

Realizzata in tessuto elasticizzato e talvolta allacciata con chiusure a gancetto e occhio, la cintura moderna è progettata per esaltare la figura femminile. La maggior parte delle cinture a fondo aperto si estende dalla vita alla parte superiore delle cosce. Negli anni '60, questi modelli caddero dal favore e furono in gran parte rimpiazzati da cinture a panty, che assomigliano a un paio di pantaloncini da atletica. Entrambi i modelli di guaine possono includere fermagli per reggere le calze.

Le cinture erano considerate indumenti essenziali da molte donne tra il 1920 e la fine degli anni '60. Hanno creato una figura rigida e controllata che è stata vista come eminentemente rispettabile e modesta. Erano anche cruciali per il couturier Christian Dior del 1947 Nuovo look, che presentava una gonna voluminosa e una vita stretta e stropicciata, detta anche vita da vespa.

Più tardi negli anni '60, la cintura fu generalmente soppiantata dal collant. I collant sostituirono le cinture per molte donne che avevano usato la cintura essenzialmente come mezzo per sostenere le calze. Coloro che volevano più controllo acquistavano collant "control top". Nel 1968, durante la protesta femminista di Miss America, i manifestanti hanno simbolicamente lanciato un certo numero di prodotti femminili in un "Freedom Trash Can". Questi hanno incluso le guaine,[13] che erano tra gli oggetti che i manifestanti chiamavano "strumenti di tortura femminile"[14] e gli accorgimenti di ciò che essi percepivano come una femminilità forzata.

Cinture e "body shapers" sono ancora indossati dalle donne per modellare la loro figura con un indumento. Alcuni di questi indumenti possono incorporare un reggiseno, diventando funzionalmente equivalenti a un corsetto.Tuttavia, essi non incorporano il disossamento e quindi non producono la linea di cintura ristretta caratteristica dei corsetti dell'epoca vittoriana.

Gli sport

Nel football americano, una cintura è indossata sotto i pantaloni del giocatore di football per mantenere in posizione i fianchi, le cosce e le protezioni del coccige, rendendo più semplice il processo di indossare i tight pants. Le cinghie più vecchie assomigliavano a delle gobbe, in quanto coprivano solo la parte anteriore della gamba con gli elettrodi, che si attaccavano. I cinturini moderni sono essenzialmente un paio stretto di pantaloncini a compressione con tasche per i pad. La cintura è stata utilizzata anche nel gioco del calcio mesoamericano ed è utilizzata nell'hockey (National Hockey League).

Guarda anche

  • Confraternite del Cord
  • Cintura di Thomas
  • Girdle book
Wikimedia Commons ha media correlati a Cintura.

Riferimenti

  1. ^ a b Moore, Stephen E. (1996). Parole di chiesa: origini e significati. Forward Movement Publications. p. 53. ISBN 9780880281720. Generalmente un camice viene chiuso con una cintura, una tonaca a doppio petto in stile anglicano viene chiusa con una fascia, e una tonaca romana viene chiusa con una delle due.
  2. ^ Marriot, Wharton Booth (1868). Vestiarium Christianum; l'origine e lo sviluppo graduale dell'abito del Santo ministero nella Chiesa. Rivingtons. p. 213. Estratto 17 giugno 2015. Fino all'ottavo o al nono secolo, l'idea di una presunta somiglianza nei dettagli tra i paramenti cristiani e levitici fu prima affrontata, la Cintola, naturalmente, o non era affatto indossata (con il tunica talaris non era necessario), o, se indossato, non era visibile, ed era pensato solo come una questione di convenienza. In nessuno dei primi monumenti dell'Occidente prima dell'800 d.C., si vede qualsiasi traccia di esso. Ma in Oriente abbiamo menzionato una cintura come indossata dai diaconi, all'inizio dell'ottavo secolo.
  3. ^ a b c d Moore, Stephen E. (1996). Parole di chiesa: origini e significati. Forward Movement Publications. p. 54. ISBN 9780880281720. Cristo si riferì alla cintura come simbolo di preparazione e prontezza al servizio (Luca 12: 35-38). San Paolo si riferiva ad esso come un simbolo di verità (Efesini 6:14). La cintura dell'abito monastico, annodata tre volte alle estremità, simboleggia i tre voti di povertà, castità e obbedienza. La cintura divenne un simbolo cristiano di castità, probabilmente derivato dall'antica abitudine ebraica delle donne che indossavano cinture ornate simboliche della loro virtù (Proverbi 31). Un po 'di clero tradizionale usa ancora una vecchia preghiera di vestizione quando si mette la cintura che dice: "Cingami, Signore, con la cintura di purezza e spegni in me il fuoco della concupiscenza che la grazia della temperanza e della castità possa dimorare in me. "
  4. ^ Indick, William (18 maggio 2012). Ancient Symbology in Fantasy Literature: A Psychological Study. McFarland. p. 124. ISBN 9780786492336. L'eroe usa il potere del cristianesimo, il segno della croce, per ferire il drago. Poi, in una svolta interessante, chiama la vergine per gettare la sua cintura intorno al collo del drago. Dopo essere stato tenuto al guinzaglio dalla cintura della vergine, il drago, una volta impressionato, è domato. Segue la principessa come un mite cucciolo di cane. San Giorgio e la principessa riportano il drago nel villaggio dove terrorizza i cittadini. San Giorgio promette di uccidere la bestia, ma solo se i cittadini si convertono al cristianesimo, cosa che fanno rapidamente.
  5. ^ Rev. Thomas D. Fosbroke (1843). Enciclopedia di antichità e elementi di archeologia, volume 2. Londra: M. A. Nattali. p. 942.
  6. ^ Dearmer, Percy (1907). Manuale di Parson. La stampa dell'università di Oxford. p. 141. Estratto 17 giugno 2015.
  7. ^ Bershad, David; Mangone, Caroline (27 dicembre 2011). La guida dei viaggiatori cristiani in Italia. Zondervan. ISBN 9780310315759.
  8. ^ Pink, Arthur W. (1 gennaio 2013). Cristianesimo pratico. Prisbrary. p. 281. ISBN 9788997762446.
  9. ^ Smith, Sir William; Cheetham, Samuel (1880). Dizionario di Antiquitics cristiano. J.B. Burr Publishing Company. p. 728. Estratto 17 giugno 2015. È stato detto che non è stato fino all'VIII secolo che incontriamo la cintura come paramento ecclesiastico nel senso stretto del termine.
  10. ^ Kongtrul, Jamgön (autore); (Traduttori inglesi: Guarisco, Elio, McLeod, Ingrid) (2005). Il tesoro della conoscenza (shes bya kun la khyab pa'i mdzod). Libro VI, quarta parte: sistemi del buddista Tantra, il modo indistruttibile del mantra segreto. Bolder, Colorado, USA: Snow Lion Publications. ISBN 1-55939-210-X (alk.paper) p.493
  11. ^ a b Beer, Robert (1999). L'Enciclopedia dei simboli e dei motivi tibetani. Shambhala. ISBN 1-57062-416-X. Fonte: [1] (accessibile dal 28 dicembre 2008) p.318
  12. ^ a b c Friedman, Albert B. e Richard H. Osberg. "Gawain's Girdle come simbolo tradizionale." The Journal of American Folklore 90.357 (1977): 301-15.
  13. ^ Dow, Bonnie J. (primavera 2003). "Femminismo, Miss America e mitologia dei media". Retorica e affari pubblici. 6 (1): 127-149. doi: 10,1353 / rap.2003.0028.
  14. ^ Duffett, Judith (ottobre 1968). WLM contro Miss America. Voice of the Women's Liberation Movement. p. 4.
  • v
  • t
  • e
Ordine del servizio divino nel luteranesimo
Servizio di preparazione
  • Inno di ingresso e formula trinitaria (nota come Invocazione)
  • Rito penitenziale compreso il Confiteor e la Dichiarazione di Grazia (o asperges a Pasqua)
Il servizio della parola
  • Introito
  • Gloria Patri
  • Kyrie
  • Gloria
  • Dominus vobiscum
  • Oremus
  • Raccogliere
  • Lettura dell'Antico Testamento
  • graduale (o salmo responsoriale)
  • Epistola
  • Alleluia (tratto durante la Quaresima)
  • Vangelo
  • Inno del giorno
  • Omelia o Postilo (Sermone)
  • Credo di Nicea (Credo di Atanasiano alla domenica della Trinità)
  • Offertorio
  • Preghiere dei fedeli
Il servizio dell'Eucaristia
  • Prefazione (Sursum corda / Sanctus / Osanna)
  • Preghiera eucaristica (epiclesi / Words of Institution / Memorial Acclamation)
  • preghiera del Signore
  • Segno di pace / pace (elevazione)
  • Agnello di Dio
  • Distribuzione
  • Nunc dimittis
  • Dopocomunione
  • Benedicamus Domino
  • Benedizione
  • Licenziamento
  • Ite, missa est
I partecipanti
  • Accolito
  • vescovo
  • cantore
  • coro
  • crocifero
  • diacono
  • Sambuco
  • laicato
  • lector
  • Pastore (o Sacerdote)
  • usciere
Parti del Santuario
  • altare
  • campana dell'altare
  • altare crocifisso
  • rotaie dell'altare
  • kneeler
  • piscina
  • croce processionale
  • tabernacolo
candele
  • candela dell'altare
  • candela pasquale
  • lampada del santuario
  • candela votiva
Vasi liturgici
  • ciborio
  • calice
  • ampolla
Oggetti liturgici
  • cesto di raccolta
  • acqua santa
  • incenso (uso)
  • patena
  • pane sacramentale (wafer)
  • vino sacramentale
  • turibolo
paramenti
  • camice
  • pianeta
  • dalmatica
  • abito ginevra
  • velo omerale
  • ha rubato
  • cotta
  • tonacella
Libri liturgici e inniti
  • ordine del giorno
  • Christian Worship (Supplemento)
  • Inno-libro evangelico luterano
  • Inno Luterano Evangelico
  • Culto evangelico-luterano
  • Libro di culto luterano
  • Luterano luterano
  • Hymnal luterano con supplemento
  • Libretto di servizio luterano
  • Culto luterano
  • Service Book e Hymnal
  • Portale luteranesimo
  • v
  • t
  • e
Struttura della Messa del rito romano della Chiesa cattolica
Forme
  • Messa pre-tridentina
  • Messa tridentina
    • Forma straordinaria
  • Messa di Paolo VI
tipi
  • Bassa massa
  • Missa Cantata
  • Messa solenne
  • Pontifical High Mass
  • Messa papale
  • Messe rituali
    • Massa blu
    • Capitolo e Messa conventuale
    • Messa di incoronazione
    • Messa nuziale
    • Messa Rossa
    • Messa di Requiem
  • sine populo
  • Messa votiva
Ordine di Messa
Pre-Mass
  • Preghiere per la vestizione in sacrestia
  • Mi assilla
    • Vidi aquam nel periodo pasquale
Liturgia di
la parola
  • Segno della croce
  • Salmo 43
  • Ingresso Antiphon
  • Rito penitenziale
    • Confiteor / Kyrie
  • Gloria
  • Dominus vobiscum
  • Raccogliere
    • Oremus
  • Prima lettura
  • Salmo responsoriale o graduale
  • Epistola
  • Alleluia
    • Versetto / sequenza del Vangelo
  • Vangelo
  • Omelia
  • Credo
    • Credo niceno-costantinopolitano o degli apostoli
  • Intercessioni generali
Liturgia di
l'Eucaristia
  • Offertorio
    • Orate fratres / preghiera sui doni
  • Prefazione
    • Sursum corda / Sanctus / Osanna
  • Preghiera eucaristica / Canone della Messa
    • oblazione / epiclesi / Parole di istituzione / elevazione / anamnesi
    • testi e rubriche
    • Canon romano
      • storia
    • Preghiera eucaristica II
  • Memorial Acclamation
  • preghiera del Signore
    • embolia / dossologia
  • pace
  • Segno di pace
  • Agnello di Dio
  • Frazione
  • Santa Comunione
    • Antifona di comunione
  • abluzioni
  • Dopocomunione
  • Licenziamento
    • Ite, missa est / Benedicamus Domino
  • Ultimo Vangelo
Post-Massa
  • Preghiere Leonine
  • Inno recessivo
I partecipanti
  • Accolito
  • Server Altare
    • femmina
  • vescovo
  • Ragazzo di barca
  • Cantore
  • Coro
  • crocifero
  • Diacono
  • Ministro straordinario della Santa Comunione
  • laicato
    • Congresso Eucaristico
  • Lector
  • Sacerdote
  • suddiacono
  • Usciere
Parti del Santuario / Altare
  • Crocifisso d'altare
  • Rotaie d'altare
  • Ambo
  • Panchina della comunione
  • Tabella delle credenziali
  • kneeler
  • lavabo
  • Misericordia
  • Piscina
  • Tabernacolo
Panni d'altare
  • Lino d'altare
  • paliotto
  • burse
  • Calice velo
  • Caporale
  • Asciugamano lavabo
  • coltre
  • purificatoio
Candele e lampade
  • Candela d'altare
  • Candelabro d'altare
  • Candela pasquale
  • Lampada del santuario
  • Candeliere triplo
  • Candela votiva
Oggetti liturgici
  • Campana dell'altare
  • Aspersorio
  • Incensiere
  • Calice
  • ciborio
  • Cesto di raccolta
  • Comunione-plate
  • ampolla
  • flabellum
  • Funghellino
  • acqua santa
  • Incenso
    • uso
  • manutergio
  • Patena
  • Croce processionale
  • Pisside
  • Pane sacramentale
    • wafer
  • Vino sacramentale (o must)
  • Turibolo
  • acqua
Libri liturgici di rito romano
  • Cerimoniale dei Vescovi
  • Evangeliario
    • Libro del Vangelo
  • Graduale
  • Lezionario
  • Messale Romano
paramenti
  • Camice
  • Amice
  • Pianeta
  • dalmatica
  • Sandali episcopali
  • Colori liturgici
  • Copricapo
  • Velo omerale
  • pallio
  • Pontificio
  • Ha rubato
  • Cotta
  • tonacella
  • vimpa
Anno liturgico
(Calendario romano)
  • Avvento
  • Christmastide
  • Tempo ordinario
  • Settuagesima
  • Prestato
  • Passiontide
  • settimana Santa
    • Triduo pasquale
  • Eastertide
  • Ascensiontide
Eucharisticdiscipline
  • Abstemius
  • Anima Christi
  • concelebrazione
  • Etichetta della Chiesa
  • Comunione chiusa
  • Comunione e disabili evolutivi
  • Comunione sotto entrambi i tipi
  • Negazione di comunione
    • Canon 915
  • Digiuno eucaristico
  • Prima comunione
  • Comunione frequente
  • genuflessione
  • Profanazione dell'ospite
  • Comunione infantile
  • intinction
  • Sacramento riservato
  • Ringraziamento dopo la comunione
  • viatico
Eucharistictheology
  • Corpo e sangue di Cristo
  • Corpus Christi (festa)
  • Crocifissione di Gesù e espiazione sostitutiva
  • Epiousios
  • Grazia ex opere operato
  • In persona Christi
  • Radici storiche della teologia eucaristica cattolica
  • Koinonia
  • Ultima cena
  • Mirae caritatis
  • Mysterium fidei (enciclica)
  • Origine dell'Eucaristia
  • Presenza reale
  • Transustanziazione
  • Anno dell'Eucaristia
  • Stercoranism
normativa
e concetti
  • Ad Orientem e contro populum
  • Calendario dei santi
  • legge canonica
  • Codice di rubriche
  • Commemorazione
  • Latino ecclesiastico
  • Istruzione generale del messale romano
  • Santo giorno di obbligo
  • Intercessione di santi
  • Ordinario e propers
  • Pro multis
  • Domenica
    • Festa del Signore
  • vernacolo
Relazionato
  • Festa di Agape
  • Liturgia cattolica
  • Preghiera cristiana
    • effetti della preghiera
  • Congregazione per il culto divino
  • Concilio di Trento
  • Ecclesia de Eucharistia
  • Adorazione e benedizione eucaristica
    • Dominicae Cenae / Holy Hour
  • Miracolo eucaristico
  • fermentum
  • Quarto Consiglio del Laterano
  • Salmodia Gelineau
  • Canto gregoriano
  • Storia del Canone Romano
  • Lex orandi, lex credendi
  • Movimento liturgico
  • Riforme liturgiche di Papa Pio XII
  • Mediatore Dei
  • Missale Romanum (costituzione apostolica)
  • Papa Paolo VI
  • Teologia cattolica
  • Sacramenti della Chiesa Cattolica
  • Concilio Vaticano II
    • Sacrosanctum concilium
  • Summorum Pontificum
  • Tra le sollecitudini
  • Portale del cattolicesimo
  • v
  • t
  • e
Corsetti e corsetteria
Tipi di corsetto
  • basco
  • Corpetto
  • corselet
  • Cintura
  • Cincher vita
Corsetmaking
  • Osso (corsetteria)
  • stecca
  • Cucchiaio al cucchiaio
Storia
  • Polemica corsetto
  • Corsetto di metallo
  • Corsetto a clessidra
  • Roxey Ann Caplin
Fetish del corsetto
  • Modifica del corpo
  • Corsetto di Bondage
  • Corsetto del collo
  • Tightlacing
  • Corsetto di allenamento
  • Vita di vespa
Produttori di corsetti
  • Baystate
  • Frederick's of Hollywood
  • Kraus
  • spirella
  • Strouse, Adler
  • Vollers
  • La Warner Brothers Corset Co.
  • Worcester
categorie
  • corsetteria
  • Moda
  • Indumenti Foundation
  • v
  • t
  • e
biancheria intima
Parte superiore del busto
Tipi di reggiseni
  • Storia
  • a fascia
  • Reggiseno allattamento
  • Reggiseno sportivo
  • Reggiseno da allenamento
  • Reggiseno con ferretto
  • Reggiseno maschile
Altri indumenti
  • Bambolina
  • Bustino
  • camiciola
  • Dudou
  • negligé
  • Torsolette
  • Yem
Parte inferiore del busto
  • Bikini
  • culotte
  • Mutandine francesi
  • Cintura
  • Ragazza pugile
  • Mutandine
  • Tanga
  • Tocca i pantaloni
  • Perizoma (perizoma)
Busto completo
  • BodyBriefer
  • Corpetto
  • Corsetto
  • corselet
  • Camicia da notte
  • playsuit
  • Scivolare
  • Teddy
Calzetteria
  • Giarrettiera
  • Alti al ginocchio
  • Collant
  • Calza
Storico
  • basco
  • Berretto boudoir
  • trambusto
  • chemise
  • Crinolina
  • guardinfante
  • Gonna a cerchio
  • Corpetto liberty
  • borsa
  • pantalettes
  • Sottoveste
  • sottopantaloni
  • Cincher vita
Accessori
  • falsies
  • Lingerie tape
Marche
  • Elenco dei marchi di lingerie
Al dettaglio
  • Brastop
  • Figleaves
  • La sua camera
  • Journelle
  • True & Co.
Estratto da "https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Girdle&oldid=850550880"

Recenti documenti: