Benefici della chirurgia robotica del cancro alla prostata - RoboticOncology.com

La chirurgia del cancro alla prostata robotica che utilizza il sistema da Vinci offre numerosi vantaggi rispetto al tradizionale metodo chirurgico laparoscopico per il trattamento del cancro alla prostata confrontato oggettivamente nelle seguenti aree:

  • Risultati clinicamente superiori
  • Ridotto rischio di complicazioni
  • Periodo di recupero più rapido
  • Ridurre al minimo le cicatrici
robotica della prostata-cancro-treatment.jpg

Cos'è la chirurgia della prostata robotica?

La prostatectomia robotica è una prostatectomia radicale nota anche come prostatectomia robotica assistita (RALP). Si tratta di una chirurgia mininvasiva per la rimozione della prostata e il trattamento del cancro. Il Dr. Samadi ha sviluppato la sua firma SMART (Samadi Modified Advanced Robotic Technique) Chirurgia della prostata, che incorpora i principi oncologici, lo combina con le abilità di prostatectomia radicale aperta e si basa su di esso con un approccio di chirurgia robotica.

La chirurgia robotica è in realtà un'operazione di controllo remoto, in cui il chirurgo si trova a una distanza reale dal paziente e mentre esegue l'intervento chirurgico, gli interi movimenti del chirurgo vengono tradotti attraverso le fibre sensibili della macchina con una certa precisione fino alla punta del strumenti. Il chirurgo può anche trovarsi in un altro ospedale, in uno stato diverso o in un altro paese in un altro continente, non importa, un'operazione del genere viene eseguita in modo remoto.

SMART è un metodo rivoluzionario e avanzato per la chirurgia del cancro alla prostata e per il trattamento del cancro alla prostata, che riduce drasticamente la perdita di sangue, il dolore, la degenza ospedaliera, i tempi di recupero e gli effetti collaterali di altri tipi di trattamenti per il cancro alla prostata. La tecnica SMART è anche nota come chirurgia della prostata esangue. La tecnica SMART non richiede l'apertura della fascia endopelvica o il taglio del complesso della vena dorsale. Ciò comporta suture e meno danni al fascio neurovascolare.

Il Dr. Samadi è in grado di entrare nel paziente attraverso alcuni piccoli ingressi e gestire la chirurgia robotica SMART con strumenti molto piccoli e precisi che gli permettono di eseguire l'intervento con grande precisione e rimuovere la ghiandola prostatica del paziente senza fare del male al tessuto circostante. Il paziente rimane con pochi piccoli segni sull'addome, nessuna delle cicatrici normalmente associate al trattamento e alla chirurgia del cancro alla prostata.

Risultati clinicamente superiori con la chirurgia del cancro alla prostata robotica

Il sistema di chirurgia del cancro alla prostata robotizzata da Vinci è in grado di fornire risultati clinici superiori per il trattamento del carcinoma prostatico rispetto alle procedure tradizionali non robotiche e assistite dall'intervento. Questo perché la Surgeon Console del sistema da Vinci è in grado di fornire al chirurgo uno spettro di ingrandimento rivoluzionario, tridimensionale e multilivello. Chirurgia più tradizionale assistita da scope in genere fornisce un'immagine con una risoluzione molto più bassa e un campo visivo molto più limitato. Inoltre, l'elettronica sensibile del sistema da Vinci ei bracci chirurgici del diametro di un centimetro consentono al chirurgo di effettuare movimenti altamente precisi all'interno dell'incisione durante la chirurgia del cancro alla prostata robotica. Ciò significa che il tessuto maligno può essere rimosso con un'efficacia e una facilità inaudite prima dell'era della chirurgia robotica. Questa maggiore precisione riduce la probabilità di recidiva a causa della perdita di tessuto canceroso. La precisione del sistema da Vinci consente inoltre al chirurgo di evitare il danneggiamento del tessuto prostatico sano, che migliora i risultati clinici, riduce l'accumulo di tessuto cicatriziale e contribuisce a un periodo di recupero complessivo più breve dopo la chirurgia della prostata robotica.

ridotto rischio-con-robot-surgery.jpg

Ridotto rischio di complicanze con la chirurgia della prostata robotica

La chirurgia è una procedura medica intrinsecamente rischiosa. Tuttavia, per il trattamento del cancro alla prostata, la chirurgia può essere la scelta più efficace per sradicare i tumori maligni senza i dolorosi effetti collaterali della chemioterapia e della radioterapia. Tra i rischi più gravi associati al trattamento chirurgico c'è la possibilità di infezione nel sito di incisione. Tali infezioni sono spesso la causa principale di gravi complicazioni che possono ostacolare una ripresa rapida e senza incidenti. Il sistema da Vinci riduce notevolmente il rischio di infezione durante la chirurgia della prostata robotica. In primo luogo, la dimensione dell'incisione (s) è significativamente inferiore con la chirurgia della prostata robotica rispetto alla procedura tradizionale. Una chirurgia prostatica standard non robotica richiede un'incisione verticale da sei a otto pollici sull'addome. Un'incisione ampia e aperta aumenta la suscettibilità del paziente alle infezioni batteriche durante e dopo l'intervento. Le infezioni post-operatorie sono più comuni delle infezioni intraoperatorie, poiché le camere d'ospedale non sono mantenute allo stesso livello di sterilità delle sale operatorie. Il sistema di chirurgia robotica alla prostata da Vinci utilizza una tecnica molto meno invasiva che richiede da quattro a cinque piccole incisioni, ciascuna inferiore a due pollici. Queste incisioni più piccole guariranno significativamente più velocemente della grande incisione necessaria nella chirurgia tradizionale.

Recupero rapido dopo chirurgia del cancro alla prostata

Periodo di recupero più rapido dopo chirurgia robotica della prostata

Quando un medico determina che la chirurgia robotica della prostata è la migliore opzione di trattamento del cancro alla prostata, la tecnologia robotica di Leonardo ottimizza le possibilità di un tempo di recupero più veloce rispetto alla tradizionale prostatectomia chirurgica. Le incisioni più piccole richieste per manovrare i bracci operatori guariscono molto più velocemente, richiedono meno punti di sutura e, quindi, sono meno vulnerabili allo strappo o all'infezione. I movimenti precisi dei bracci robotici consentono un approccio più mirato per la rimozione più pulita del tessuto maligno e riduce il danno ai tessuti sani durante la chirurgia della prostata robotica. I bracci operatori del sistema chirurgico da Vinci sono progettati per evitare il contatto tra gli strumenti operativi e le pareti dell'incisione. Tutti questi vantaggi si traducono in un periodo di recupero più rapido e meno preoccupante.

Insiemi di chirurgia della prostata robotica

Cicatrici minime dopo la chirurgia del cancro alla prostata robotica

La dimensione pura dell'incisione necessaria per una prostatectomia tradizionale produce cicatrici significative nel basso ventre del paziente. La procedura di chirurgia prostatica robotica lascia incisioni che guariscono con cicatrici visibili minime o assenti. Oltre all'evidente valore estetico, ridurre al minimo il tessuto cicatriziale sulle pareti interne dell'incisione favorisce una migliore guarigione. L'accumulo di tessuto cicatriziale in eccesso a volte può interferire con il corretto funzionamento della prostata. Anche se tale complicazione è rara, vale la pena considerare quando si esplorano le opzioni di trattamento del cancro alla prostata. La precisione della chirurgia robotica della prostata offre una soluzione intrinseca a questa potenziale difficoltà. Riducendo al minimo le dimensioni dell'incisione necessaria per rimuovere il tessuto canceroso, il rischio di complicanze correlate al tessuto cicatriziale viene notevolmente mitigato.

Sistema chirurgico Da Vinci per prostatectomia

Console del chirurgo per la chirurgia della prostata robotica

Il chirurgo opera comodamente seduto alla Da Vinci Surgeon Console, una console dal design ergonomico che visualizza un'immagine tridimensionale del sito operativo. Mentre il chirurgo muove le mani, i polsi e le dita, gli strumenti eseguono gli stessi movimenti all'interno del corpo del paziente. Il Sistema robotico da Vinci è in grado di scalare i movimenti del medico e tradurli in braccia operative durante la chirurgia della prostata robotica.

carrello laterale paziente per chirurgia della prostata

Carrello sul lato del paziente

Questa parte del robot fornisce i bracci dello strumento che sono completamente sotto il controllo del chirurgo. I bracci laparoscopici ruotano attorno alle porte operative da 1 cm, eliminando l'uso della parete del corpo del paziente per la leva e minimizzando il danno tissutale. I membri del team chirurgico di supporto aiutano a installare gli strumenti appropriati, preparano la porta da 1 cm nel paziente, oltre a supervisionare le armi e gli strumenti laparoscopici utilizzati ogniqualvolta è in corso un intervento robotico alla prostata.

Chirurgia robotica Vista del dottore

Sistema di visione InSite con endoscopio 3D ad alta risoluzione

Questo componente fornisce vere immagini 3D del campo operativo durante la chirurgia della prostata robotica. Le immagini operative sono migliorate, perfezionate e ottimizzate utilizzando sincronizzatori di immagini, illuminatori ad alta intensità e unità di controllo della videocamera durante il corso della chirurgia robotica assistita.

NY Robotics Expert, David B. Samadi, MD - Che cosa è la chirurgia della prostata robotica

Ulteriori informazioni sulla chirurgia della prostata robotica e sul trattamento del tumore alla prostata:

3.7/5 68 giudizi

Recenti documenti: