Low-Carb Nuts - Una guida visiva al meglio e il peggiore - Diet Doctor

Quali sono i migliori e i peggiori dadi da mangiare con una dieta a basso contenuto di carboidrati? Dai un'occhiata a questa guida, le opzioni low-carb sono a sinistra.
I numeri sotto i dadi sono la percentuale di carboidrati digeribili, cioè i carboidrati netti. Ciò significa che un centinaio di grammi di noci (3 ½ once o circa tre manciate) conterranno questi molti carboidrati netti.

Il meglio e il peggio

Le tre migliori opzioni sono a sinistra - Brasile, macadamia e noci pecan - e possono essere mangiate liberamente anche con una dieta a basso contenuto di carboidrati. Questo perché sono così pieni di grassi sani e così soddisfacenti che è praticamente impossibile mangiare troppi carboidrati in questo modo.

Il gruppo nel mezzo può essere goduto con moderazione dalla maggior parte delle persone a basso contenuto di carboidrati.

Le opzioni peggiori sono a destra, pistacchio e (soprattutto) anacardi. Fai molta attenzione con questi dadi se stai cercando di perdere peso o invertire il diabete, poiché i grammi di carboidrati si sommano rapidamente. Solo due manciate di anacardi contengono 20 grammi, l'indennità giornaliera per una dieta rigorosa a basso contenuto di carboidrati.

Sale e ricompensa

La maggior parte delle persone ritiene che le noci abbiano un sapore migliore e siano più gratificanti quando vengono salate. Essere consapevoli del fatto che questo può spesso portare a mangiare molto più noci di quello che è necessario per fermare la fame, qualcosa che può rallentare la perdita di peso. Una buona opzione è quella di tirare fuori una piccola ciotola di noci, non l'intera borsa.

I 7 dadi a basso contenuto di carboidrati

I 7 dadi a basso contenuto di carboidrati

Ecco la nostra lista dei 7 dadi a basso contenuto di carboidrati, in base alla quantità di carboidrati.

  1. Noci Pecan - 100 g (3 ½ once o circa tre manciate) contiene 4 grammi di carboidrati netti.
  2. Noci brasiliane - 100 g contengono 4 grammi di carboidrati netti.
  3. Macadamia - 100 g contiene 5 grammi di carboidrati netti.
  4. Arachidi: 100 g contengono 7 grammi di carboidrati netti.
  5. Nocciole - 100 g contengono 7 grammi di carboidrati netti.
  6. Noci - 100 g contengono 7 grammi di carboidrati netti.
  7. Mandorle - 100 g contengono 10 grammi di carboidrati netti. Le mandorle possono anche essere macinate nella farina di mandorle. Il suo sapore neutro lo rende un buon sostituto delle farine ad alto contenuto di carboidrati, ed è utilizzato in molte ricette a basso contenuto di carboidrati per pane o anche per pizza.

Low-Carb Nuts - Una guida visiva al meglio e il peggiore - Diet Doctor

7 nov. 2003 - Gli amanti delle nocciole, rallegratevi: una nuova ricerca suggerisce un altro buon motivo per cospargere delle mandorle sulla vostra insalata o gettare una manciata nei cereali del mattino. Le mandorle possono aiutarti a perdere quei chili indesiderati.

I ricercatori hanno scoperto che le persone che mangiano una dieta ricca di mandorle hanno perso più peso rispetto a quelle a dieta ricca di carboidrati con lo stesso numero di calorie. Il risultato va contro la convinzione tradizionale che una caloria sia una caloria sia una caloria.

I risultati supportano anche quelli di un recente studio che ha dimostrato che le persone con una dieta a basso contenuto di carboidrati hanno perso più peso rispetto a quelle con una dieta a basso contenuto di grassi - anche quando le persone a basso contenuto di carboidrati mangiavano 300 più calorie al giorno.

Nel nuovo studio, i ricercatori hanno seguito 65 adulti sovrappeso e obesi - il 70% dei quali aveva il diabete di tipo 2 - per 24 settimane. Un gruppo ha mangiato una dieta liquida di 1.000 calorie / giorno integrata con 3 once di mandorle (384 calorie in più). L'altro gruppo ha mangiato la stessa dieta liquida, ma è stato integrato con un mix di carboidrati complessi (come cracker di grano, patate al forno o popcorn schiumoso). Le due diete erano uguali in calorie e proteine ​​ma differivano in grasso. Oltre alla dieta liquida, potevano anche avere insalate con succo di limone o condimento all'aceto.

La dieta a base di mandorle conteneva il 39% di grassi totali incluso il 25% di grassi monoinsaturi sani al cuore, mentre la dieta senza mandorle conteneva il 18% di grassi totali, il 5% di grassi monoinsaturi.

Lo studio appare nel nuovo numero del International Journal of Obesity.

I partecipanti alla dieta mandorlata hanno visto una riduzione del 18% del peso e dell'indice di massa corporea (BMI) - una misura del peso basata sull'altezza - rispetto a una riduzione dell'11% nella dieta senza mandorle. Inoltre, la circonferenza della vita nel gruppo di mandorle è diminuita del 14%, rispetto a una diminuzione del 9% nel gruppo non-mandorla.

La pressione sistolica, il numero più alto nelle letture della pressione sanguigna, è scesa dell'11% nei consumatori di mandorle e è rimasta invariata nei consumatori di non mandorle.

Buone notizie sul diabete

Entrambi i gruppi hanno avuto un miglioramento nel diabete di tipo 2 con livelli più bassi di zucchero nel sangue e insulina. Ma quelli sulla dieta mandorlata erano in grado di ridurre il loro bisogno di farmaci per il diabete più che le dieters non-mandorle.

Continua

"Sembrava che il 96% dei partecipanti con diabete di tipo 2 fosse in grado di essere ben controllati con meno farmaci rispetto al 50% del gruppo [non-mandorlato]", afferma.

La ricercatrice Michelle Wien, DrPH, RD, CDE, un dietista clinico e ricercatore presso il Centro medico nazionale City of Hope a Duarte, in California, definisce questa scoperta "eccitante". "Le mandorle hanno sicuramente avuto un impatto sulla glicemia."

Dice che un effetto collaterale di alcuni farmaci per il diabete è l'aumento della fame, "quindi più velocemente si può uscire dai farmaci durante la perdita di peso, meglio perché quando si porta via qualcosa che genera fame dietro le quinte, può portare a un maggiore successo di peso -lento sforzo. "

"Quando i pazienti venivano da me e mi dicevano che volevano il cibo croccante con consistenza, io suggerivo verdure croccanti, quindi questo studio era quasi uno studio di fattibilità in quanto non sapevo se le noci sarebbero state soddisfacenti e avrebbero soddisfatto i loro bisogni [senza sacrificando la loro vita] - lo hanno fatto ", dice Wien.

Le mandorle hanno un ingrediente magico?

I ricercatori ipotizzano che il grasso nelle mandorle possa non essere completamente assorbito e puntare a ricerche precedenti che suggeriscono che le pareti cellulari delle mandorle possano agire da barriera fisica ai grassi.

Possono anche farti sentire più pieno, più a lungo.

"Per essere soddisfatti, c'è bisogno di mangiare cibi che contengono fibre, proteine ​​e grassi, e le noci sicuramente qualificano a tale riguardo", dice Wien.

"Potrebbero avere un effetto sulla sazietà perché se si fa uno spuntino con le noccioline, sentirai il riempimento per un periodo di tempo più lungo e potresti aiutare a ridurre le calorie in eccesso", dice Felicia Busch, RD, una nutrizionista di St. Paul, Minn, che rivisto le nuove scoperte per WebMD.

Le mandorle aiutano anche a tagliare il colesterolo

In uno studio dello scorso anno, i ricercatori hanno scoperto che una dieta che includeva circa una manciata di mandorle diminuiva il colesterolo "cattivo" LDL del 4,4%. Quando la dieta includeva due manciate di mandorle - che rappresentano poco meno di un quarto del totale delle calorie giornaliere - il colesterolo LDL è diminuito del 9,4%. Quando la dieta è stata integrata con un muffin a basso contenuto di grassi e grano intero che aveva la stessa quantità di calorie, proteine ​​e grassi (saturi e polinsaturi) come le mandorle, non c'era alcun cambiamento significativo nel colesterolo.

Continua

Questo studio, finanziato dalla Almond Board of California, è apparso in un recente numero di Circolazione: ufficiale della American Heart Association.

Sebbene le noci non siano esattamente a basso contenuto di calorie o grassi, le noci contengono alti livelli di grassi insaturi che sono noti per abbassare i livelli di colesterolo LDL nel sangue e ridurre il rischio di malattie cardiache.

Infatti, nel luglio 2003, la FDA ha approvato la prima richiesta di assistenza sanitaria qualificata per mandorle, nocciole, noci pecan, pistacchi, noci e arachidi da utilizzare nelle etichette pubblicitarie e sulle confezioni. I pacchetti di prodotti nut che soddisfano i requisiti della FDA saranno ora in grado di portare la seguente affermazione:

"Le prove scientifiche suggeriscono ma non dimostra che mangiare 1,5 once al giorno di più noci, come parte di una dieta a basso contenuto di grassi saturi e colesterolo, può ridurre il rischio di malattie cardiache".

Una porzione da 1,5 once di noci è circa un terzo di una tazza o una piccola manciata.

"I nostri studi epidemiologici hanno dimostrato che mangiare circa un grammo di noci ogni giorno ridurrà il rischio di malattie cardiache a lungo termine del 30%", Frank Hu, MD, PhD, professore associato di nutrizione ed epidemiologia presso la Harvard School of Public Health , dice WebMD in risposta a questo annuncio.

Go Nuts - ma non troppo pazzo

"Se vuoi iniziare a usare più mandorle o noci, cospargili con l'insalata, questo è un ottimo consiglio", dice Busch, che è anche l'autore di La nuova nutrizione: dagli antiossidanti alle zucchine.

"I noccioli erano abituati a subire un brutto raffreddore come fonte concentrata di grasso", dice. Infatti, Busch ricorda di aver chiesto ai clienti: "Vuoi veramente sprecare quelle calorie?"

Ma, dice, "stiamo imparando che il tipo di grasso è più importante della quantità totale di grasso - purché non esagerare".

Una manciata o un'oncia di mandorle al giorno ha un posto in una dieta salutare; una lattina intera no.

Notizie sulla salute WebMD

fonti

FONTI: Wien, M. International Journal of Obesity, Novembre 2003; vol 27: pp 1356-1372. Felicia Busch, RD, nutrizionista, St. Paul, Minn. Michelle Wien, DrPH, RD, CDE, dietista clinico e ricercatrice, Centro medico nazionale City of Hope, Duarte, California. WebMD Medical News: "FDA OK's Nutty Heart Health Claim ". Notizie mediche di WebMD: "A basso contenuto di carboidrati, più calorie, dimagrire?"
© 2003 WebMD, Inc. Tutti i diritti riservati.

Recenti documenti: