Rilievo naturale di allergia

Sono venuto a temere la primavera a causa della mia febbre da fieno. Non appena la stagione è sbocciata, comincio a starnutire, i miei occhi diventano rossi e acquosi, e mi sento affaticato per settimane, a volte persino per mesi. Ho provato gli antistaminici ma mi disidratano. Ci sono trattamenti naturali che possono aiutare?

Sì. I sistemi naturali di medicina-ayurveda, omeopatia, naturopatia ed erboristeria, per citarne alcuni, raccomandano una varietà di erbe, integratori e adattamenti dello stile di vita che non solo possono alleviare i sintomi ma iniziare ad affrontare le cause profonde delle allergie da una prospettiva olistica . Posso suggerire facili strategie quotidiane che ti guideranno verso una molla senza sniffle. Ma prima, diamo un'occhiata a come iniziano le allergie.

Fisiologicamente, una reazione allergica si verifica quando il sistema immunitario reagisce in modo eccessivo a una sostanza non nociva (come polline, polvere o pungiglione) e la attacca come se fosse un pericoloso invasore. Piuttosto che proteggere il corpo, questa risposta immunitaria difettosa crea una serie di sintomi che diventa uno stato di malattia.

Hai molte comuni reazioni allergiche: congestione, starnuti, irritazione agli occhi e affaticamento. Altri sintomi includono tosse, respiro sibilante, mal di testa, prurito e orticaria. Le sostanze che provocano queste reazioni sono chiamate allergeni. In primavera, gli allergeni più comuni sono i pollini rilasciati da alberi, erba e altre piante. Gli allergeni attivano il rilascio dell'istamina composta che si lega ai recettori dell'istamina, stimolando la risposta immunitaria che porta a sintomi di allergia. La maggior parte dei trattamenti allopatici sono anti-istaminici (come Benadryl, Claritin, Allegra e Zyrtec) che bloccano l'istamina dalla creazione di reazioni allergiche. Questi farmaci controllano i sintomi ma spesso vengono con effetti collaterali come sonnolenza, mal di testa, secchezza delle fauci, perdita di appetito, vertigini e stanchezza, e non curano lo stato allergico.

Affrontare le radici del problema

Riduci l'Ama e rafforza il tuo Agni e l'immunità
Diversi sistemi olistici di medicina sostengono che la gente sviluppa allergie dovute a tre fattori: un sistema immunitario compromesso, un sistema digestivo debole e un sovraccarico tossico. Di conseguenza, i trattamenti naturali generalmente si concentrano sul rafforzamento di questi sistemi e sulla eliminazione delle tossine. Nel linguaggio dell'ayurveda, nostro agni (fuoco digestivo) supporta l'immunità. Ma quando l'agni è debole, la nostra digestione è incompleta e il residuo (o AMA) di quella lavorazione incompiuta diventa rifiuti tossici nel corpo.

Yoga e Ayurveda consigliano di mantenere il plesso solare ei muscoli addominali forti per accendere l'agni, ridurre l'ama e aumentare l'immunità.

Yoga e ayurveda consigliano di mantenere il plesso solare e i muscoli addominali forti per accendere l'agni, ridurre l'ama e aumentare l'immunità. Raccomando di sollevare le gambe, fare lo stomaco e una pulizia kriya yoga tecnica chiamata agni sara: una pratica respiratoria che attiva i muscoli addominali profondi e il pavimento pelvico. Una versione principiante di agni sara consiste nel contrarre la parete addominale, attirando l'ombelico nella colonna vertebrale durante l'espirazione, e rilassare dolcemente nell'inalazione.

Puoi anche assumere integratori detergenti e / o immunocostrittenti:

Chyawanprash
Questa preparazione ringiovanente ayurvedica è fatta con la bacca di amla, che viene cotta in una marmellata con oltre 30 erbe e frutti tonificanti. È ricco di vitamina C e rafforza l'agnese e l'immunità. Prendi un cucchiaino una o due volte al giorno con una bevanda calda (latte o tisana) durante i mesi invernali per sostenere il tuo sistema immunitario.

Astragalo (Astragalo membranaceo)
Questa erba cinese è meglio presa per un mese prima della stagione di allergia per rafforzare l'immunità e rafforzare la tua costituzione. Prendi un cucchiaino di radice in polvere come tè o 500 mg in compresse, tre volte al giorno.

Echinacea, goldenseal, bardana e / o trifoglio rosso
Prendi queste erbe detergenti del sangue due o tre volte al giorno sotto forma di tintura o capsula, sia prima che durante la stagione delle allergie. Seguire la dose sulla confezione.

Riduci l'eccesso di Kapha

Secondo l'Ayurveda, kapha, l'energia elementale della terra e dell'acqua, sorge durante l'inverno e all'inizio della primavera. Puoi vedere le qualità fredde, pesanti e umide del kapha nel tempo che cambia mentre la neve si scioglie, la pioggia inizia a cadere e la terra diventa pesante con l'umidità. Anche il kapha dentro di noi comincia a liquefare e noi lottiamo con raffreddori, allergie e bronchiti, insieme ad altri problemi legati alla kapha come letargia, aumento di peso e depressione. Puoi sedare il kapha con trattamenti ayurvedici che riscaldano, asciugano e tonificano per bilanciare le qualità fredde, umide e pesanti del kapha.

  • Esercitare energicamente per 30 minuti al giorno fino a formare il sudore lungo la colonna vertebrale e sotto le braccia.
  • Regalati una sauna.
  • Mangia una dieta pacifica pacifica di grani non glutinosi leggeri come la quinoa e il miglio, molta verdura (eccetto radici e zucchine) e cibi caldi, cotti, piccanti e secchi. Potresti anche trarre vantaggio dall'evitare cibi pesanti e / o grassi come il grano e il latte (in particolare il gelato).
  • Impara una pratica di purificazione yoga chiamata gaja karani (una tecnica di vomito terapeutico nota anche come "lavaggio superiore"). Non è il rimedio anti-kapha più popolare, ma è molto efficace nel trattamento delle allergie. Il lavaggio superiore consiste nel mescolare due litri di acqua leggermente salata quando ti svegli al mattino, quindi rigurgitarlo immediatamente. Sciacqua il muco in eccesso dallo stomaco e attira il muco dal naso e dai bronchi, riducendo la congestione, creando calore e reprimendo il kapha. (Questa pratica è controindicata per le persone con ernia iatale, reflusso acido, ipertensione e malattie cardiache).
  • Pratica vigorosi pranayama come kapalabhati per rafforzare il tuo fuoco interiore, creando un eccesso di kapha e, di conseguenza, il muco. Kapalabhati è meglio fatto preventivamente; non praticarlo se hai una congestione nasale e / o sinusale.

Raccomando di fare queste terapie pacificanti kapha per tutto l'inverno in modo che, quando la stagione allergica colpisce, ci sia poco kapha accumulato per creare i sintomi familiari. Quando aggiungi alcune erbe, integratori e strategie per ridurre l'ama e rafforzare l'agni e l'immunità, puoi iniziare a eliminare le cause alla radice delle allergie e goderti la primavera in tutta la sua gloria.

Prova i bloccanti istaminici naturali

Se hai davvero bisogno di un antistaminico, prova la quercitina bioflavonoide completamente naturale. È meglio utilizzare preventivamente (da sei a otto settimane prima che inizi la stagione allergica), ma può anche ridurre i sintomi di allergia esistenti. Assumere da 400 a 600 mg da una a tre volte al giorno, regolando la dose in base alle necessità.

Ortica (Urtica dioica) è stato usato come erba anti-allergia per secoli. In uno studio randomizzato controllato verso placebo pubblicato in Planta Medica, il principale giornale internazionale nel campo delle piante medicinali, il 60% dei partecipanti ha trovato le ortiche efficaci nel ridurre i sintomi allergici, e quasi la metà (48%) ha dichiarato che le ortiche erano almeno altrettanto efficaci delle loro allergie. Il dosaggio raccomandato è da 300 a 350 mg di estratto liofilizzato in capsule da una a tre volte al giorno. Tuttavia, ho lavorato con pazienti che hanno segnalato un netto miglioramento dei sintomi semplicemente bevendo due o tre tazze di tè all'ortica ogni giorno.

Inoltre, molti studi scientifici hanno dimostrato che la vitamina C riduce i livelli ematici di istamina in laboratorio, e alcuni altri studi hanno dimostrato lo stesso negli esseri umani. Il dosaggio raccomandato è da 1 a 3 grammi da due a quattro volte al giorno durante le stagioni allergiche (primavera, estate e autunno); ridurre la dose se provoca feci molli.

Riduci al minimo i trigger di allergia

Se sei suscettibile alla febbre da fieno, gli allergici consigliano di stare in casa con i finestrini chiusi in giornate di vento secco, lavare spesso biancheria e vestiti e far funzionare i purificatori d'aria in casa per rimuovere le molecole di polline. Utilizzare un neti per sciacquare i passaggi nasali di sporco, germi, pollini e muco in eccesso con una soluzione salina lenitiva; per i migliori risultati, ripetere questo lavaggio nasale più volte al giorno.


Recenti documenti: