Come invecchiano gli esseri umani nello spazio?

Perché gli astronauti come quelli della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) si stanno muovendo così velocemente, stanno anche invecchiando un po 'più lentamente di tutti noi. A causa di un principio di fisica noto come tempo dilatazione, dopo un periodo di sei mesi sulla ISS, il ritorno degli astronauti è solo un po 'più giovane di tutti noi. Ma prima di prenotare un biglietto che ti porterà letteralmente fuori da questo mondo, capisci che non è esattamente una fonte di giovinezza di cui stiamo parlando. Il tuo sforzo di sei mesi alla riduzione dell'età ti procurerà solo 0,007 secondi di vita extra, secondo i calcoli di un astronauta della ISS [fonte: Lu].

Ma questo non è il problema di cui stiamo parlando quando discutiamo di come gli esseri umani invecchiano nello spazio. Iniziamo con una carrellata di come il processo di invecchiamento procede tipicamente sulla Terra. Fino a quando gli scienziati non troveranno un modo per renderci tutti immortali, la maggior parte di noi passerà attraverso il processo di invecchiamento. Questo in genere comporta metamorfosi come le ossa che diventano fragili, i vasi sanguigni che si induriscono, i muscoli che si consumano, le articolazioni che si irrigidiscono, gli intestini che diventano irritabili, le vesciche che diventano imprevedibili, i denti che si deteriorano, la vista che si affievolisce, la pelle che si raggrinzisce e così via.

Mentre per la maggior parte delle persone, ci vogliono decenni per iniziare veramente a sentire gli effetti del processo di invecchiamento, gli umani di stanza nell'esperienza spaziale alcuni di loro in avanti veloce. Spesso sono reversibili quando un astronauta ritorna a casa, anche se a volte alcuni dei cambiamenti possono essere permanenti.

La mancanza di gravità è la causa principale di queste intense alterazioni. La gravità è una delle forze più importanti al lavoro sulla Terra e svolge un ruolo immenso nella maggior parte dei nostri sistemi corporei. Prendi i muscoli, per esempio. I muscoli delle persone anziane tendono a contrarsi e atrofizzarsi man mano che invecchiano e diventano meno mobili. I muscoli degli astronauti reagiscono in modo simile perché sono poco utilizzati. Ecco perché gli astronauti nello spazio per lunghi periodi di tempo usano speciali macchine per esercizi fisici per mitigare questo effetto.

Un processo simile ha luogo nelle ossa. Dopo una certa età, le persone sulla Terra iniziano a perdere massa nelle loro ossa, tipicamente ad un tasso di circa 1/2% all'anno. Ma nello spazio, queste persone perdono massa ossea ad un ritmo molto accelerato: fino all'1-2% al mese. Poiché i sistemi scheletrici degli astronauti non hanno bisogno di sostenere il loro peso, le ossa iniziano a diminuire la produzione di nuovo materiale osseo e aumentare la quantità di vecchio assorbimento osseo. Fortunatamente, i loro sistemi scheletrici di solito tornano alla normalità una volta trascorso un po 'di tempo in terraferma [fonte: NASA].

Anche se stanno risparmiando 0.007 secondi, gli astronauti sperimentano ancora alcuni dei sintomi di un lungo processo di invecchiamento. I ricercatori stanno lavorando per capire i meccanismi del perché questi cambiamenti avvengono, e cosa si può fare per prevenirli. Questa informazione potrebbe non solo aiutare a rendere il volo spaziale più facile sul corpo umano, ma anche contribuire a migliorare la vita sulla Terra.

Articoli correlati HowStuffWorks

Più grandi collegamenti

fonti

  • Carter Snare, Carolyn. "Gli astronauti possono essere in grado di ridurre la perdita ossea durante il volo spaziale stando su una piattaforma oscillante per brevi periodi. I test a terra hanno dimostrato che la genetica potrebbe indicare come l'osso risponderà alle loro contromisure". NASA. (15/09/2010) http://spaceresearch.nasa.gov/research_projects/shaken.html
  • "Ed's Musings from Space". NASA. (15/09/2010) http://spaceflight.nasa.gov/station/crew/exp7/luletters/lu_letter13.html
  • "Invecchiamento sano". Mayo Clinic. (15/09/2010) http://www.mayoclinic.com/health/aging/HA00040
  • "L'adattamento dello spazio umano ci aiuta a capire l'invecchiamento". NASA. (15/09/2010) http://weboflife.nasa.gov/currentResearch/currentResearchGeneralArchives/aging.htm
  • Lujen, Barbara e White, Ronald. "Fisiologia umana nello spazio". Istituto nazionale di ricerca biomedica. (15/09/2010) http://www.nsbri.org/HumanPhysSpace/index.html
  • Ward, Liz. "Il processo di invecchiamento". Discovery Health. (15/09/2010) https://health.howstuffworks.com/wellness/aging/aging.htm

Recenti documenti: