Il dibattito sulla nutrizione n. 59: cosa consumo e perché: la dieta chetogenica con carboidrati molto bassi (VLCKD)

Mangio una dieta chetogenica a basso contenuto di carboidrati (VLCKD) perché voglio perdere peso, e farlo in modo sano, e perché voglio che sia facile (ovviamente) e non coinvolga la fame. Voglio anche mangiare in modo da ottenere un buon controllo della glicemia (sono stato un diabetico di tipo 2 per 26 anni), e voglio continuare a mantenere l'incredibile miglioramento dei miei lipidi nel sangue (colesterolo) e riguadagnare il sangue miglioramento della pressione che avevo quando ero al mio peso più basso.
Non lo sapevo quando ho iniziato a mangiare Very Low Carb, ma avevo una condizione medica che è diventata nota come Sindrome Metabolica, con tutte e cinque le indicazioni: obesità centrale, DM2 (o pre-diabete), ipertensione, trigliceridi elevati e bassi livelli di HDL. Quando ho tenuto il VLCKD, tutte e cinque queste indicazioni sono state mediate da questa dieta.
So di avere sufficientemente limitato la mia assunzione di carboidrati per essere in chetosi testando la mia glicemia a digiuno (prima di fare colazione). Dato che sono un diabetico di tipo 2 con ridotta tolleranza al glucosio e insulino-resistenza, se dispongo di riserve di glucosio disponibili per l'energia (sotto forma di glicogeno nel fegato o nelle cellule muscolari) o amminoacidi immagazzinati nel fegato (da mangiando troppe proteine) da cui il fegato produrrà glucosio (attraverso un processo chiamato gluconeogenesi), i miei zuccheri nel sangue a digiuno saranno al di sopra di "normali" per me (media 126, range da 114 a 137). Quando torno alla chetosi dietetica, il mio glicemia a digiuno si riduce agli anni '80 e '90 (media 93). Sono io. Il tuo chilometraggio può essere diverso. Siamo tutti diversi.
La mia funzione pancreatica e altri aspetti del mio metabolismo sono rotti e sono stati per molti anni. Io, come molti tipi 2 e anche i pre-diabetici (diagnosticati e non diagnosticati!), Non posso tollerare più di piccole quantità di carboidrati (basso GI o altro). Devo accettare che non potrò mai farlo senza "escursioni" (livelli pericolosamente elevati) di "zucchero" (glicemia) che circolano nel mio sistema. Inevitabilmente ciò porterà a complicazioni diabetiche (occhio, nervi o malattie renali) oa una delle malattie della civiltà fortemente associate al diabete di tipo 2, come le malattie cardiovascolari, l'ipertensione e vari tipi di cancro. Quindi, cosa ho bisogno di mangiare per rimanere in un lieve stato di chetosi?
La colazione e il pranzo sono facili per me perché, come Richard K. Bernstein, MD, raccomanda nel suo libro The Diabetes Solution, mangio la stessa cosa ogni giorno. La colazione consiste in due uova fritte, due strisce di pancetta e 12 once di caffè con 2 once di metà e metà e due pacchetti di Splenda. K: rapporto G = 1,88: 1. Sarebbe meglio se potessi rinunciare al dolcificante artificiale.
Per il pranzo, (quando mi ricordo di mangiarlo - non ho davvero fame, quindi non sono "ricordato"), mangio una lattina di sardine Brisling in olio di oliva stile Mediterraneo. Bevo anche l'olio nel barattolo (circa 1 cucchiaio). Pranzo K: rapporto G = 2.93: 1. A volte lo lavo con il tè freddo dietetico (di nuovo, con dolcificante artificiale). Certo, l'acqua sarebbe una scelta migliore.
Per cena, mangiamo una porzione media di proteine ​​(con pelle e / o grasso su) e una porzione di verdure con burro fuso o olio d'oliva. A volte, con il salmone, ad esempio, usiamo una salsa a base di crème fraiche. Ci piacciono le carni arrostite, tra cui pollo, costolette di maiale, costolette di agnello, costolette o un filetto minuta (con le fette di avanzi per colazione invece di pancetta). Ci piace anche strofinare i nostri tagli di carne con erbe e olio d'oliva prima di arrostire. A volte arrostiamo anche le verdure, dopo averle gettate nell'olio d'oliva e nel sale marino. Cavolfiore, cavoletti di Bruxelles e asparagi sono particolarmente buoni in questo modo.
Evitiamo le verdure zuccherate (carote, piselli, barbabietole e mais) e, naturalmente, tutti gli ortaggi a radice amidacea. Come regola generale proviamo anche non mangiare oli vegetali (alti in n6). Invece di comprare la maionese (fatta con semi di soia o olio di canola), facciamo il nostro usando olio di cocco, olio d'oliva e MCT (olio di trigliceride a catena media), con un po 'di olio di semi di lino per "su" gli Omega 3. L'olio di cocco è anche un trigliceride a catena media che produce più chetoni rispetto ai grassi alimentari a catena lunga. Viene anche metabolizzato direttamente e quindi facilmente "bruciato" e meno probabilità di essere immagazzinato come grasso corporeo.
Questo menu di solito aggiunge fino a circa 1.200 calorie al giorno, che è almeno 1.000 in meno di quello che probabilmente uso. Quel bilancio calorico negativo ammonta ad almeno 7.000 a settimana, che è di 2 sterline, l'importo che vorrei perdere ogni settimana. L'equilibrio di energia viene dai miei depositi di grasso, fintanto che sono in chetosi dietetica e il mio livello di insulina nel sangue è basso. Ciò accade solo perché la mia assunzione di carboidrati è molto bassoe proteine ​​moderate, permettendo la mia dieta e il grasso corporeo per abbattere per il carburante. Questa dieta contiene circa il 5% di carboidrati, il 25% di proteine ​​e il 70% di grassi. Il rapporto K: G della maggior parte dei pasti è> 1,5. Questo è un VLCKD.
© Dan Brown 15/07/12

Recenti documenti: